• Scrive un incredibile messaggio dopo la morte
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Scrive un incredibile messaggio dopo la morte

    Clinicamente morta per un totale di 27 minuti dopo un attacco di cuore, Tina Hines è "tornata in vita" e ha chiesto a gesti un pezzo di carta e una penna per poter raccontare in poche parole quello che ha visto nell'aldilà. Il piccolo miracolo è accaduto a Phoenix, Arizona ed è stato raccontato dalla nipote della donna al The Sun.

  • I furbetti del finestrino
    Notizie
    AGI

    I furbetti del finestrino

    L'Italia è un paese di automobilisti furbetti e l'ultima indagine realizzata per Facile.it da Up Research e Norstat lo dimostra: un automobilista su sei in caso di danni procurati ad auto parcheggiate, in assenza del proprietario preferisce darsela a gambe. Secondo i dati raccolti la percentuale raggiunge il 16,5%, vale a dire 1,3 milioni di automobilisti che decidono coscientemente di non assumersi la responsabilità del danno arrecato.Un danno vero soprattutto perché non facilmente rimborsabile; così come spiega lo studio infatti, se l'automobilista che ha causato il sinistro lascia i propri recapiti, il proprietario del veicolo danneggiato può tirare un sospiro di sollievo perché, in questo caso, è possibile fare una normale constatazione amichevole e chiedere il rimborso dei danni subiti alla compagnia assicurativa della controparte.Ovviamente, i problemi nascono nel momento in cui il responsabile del danno scappa senza lasciare i propri recapiti e in assenza di testimoni. “È bene sapere che questo genere di danni non sono coperti dalla polizza RC auto obbligatoria – spiega Diego Palano, responsabile assicurazioni di Facile.it - ma richiedono una copertura aggiuntiva opzionale; quello contro gli Atti vandalici. Se l'assicurato ha tale garanzia accessoria, dopo aver sporto denuncia alle autorità potrà chiedere alla propria compagnia il rimborso del danno subito; in caso contrario, le spese di riparazione saranno interamente a suo carico”.Attenzione però – prosegue Palano - perché la garanzia contro gli Atti vandalici non copre tutte le tipologie di danno subito; ci sono alcune componenti dell'automobile, ad esempio il parabrezza, i finestrini e il lunotto posteriore, che richiedono un'ulteriore coperture aggiuntiva, in assenza della quale il danno causato da terzi non verrà rimborsato.È importante, infine, considerare il massimale e la presenza di eventuali franchigie, elemento abbastanza comune quando si tratta di polizze contro gli atti vandalici; in caso di danno, la compagnia rimborserà il proprietario fino al valore emergente dalle quotazioni ufficiali dell'auto danneggiata; se il costo di riparazione supera questo valore, la differenza sarà comunque a carico dell'assicurato.Lo studio è stato realizzato su un campione rappresentativo della popolazione adulta con età compresa tra i 18 ed i 74 anni e il profilo del furbetto medio è presto fatto: intanto è un uomo, perché le donne, a parte una minima percentuale pari all'8,5%, si dimostrano molto più oneste; i maschietti che invece cercano di farla franca scappando ammontano al 21,3% degli intervistati.L'automobilista furbetto poi è giovane, tra i 25 e i 34 anni (31%), i guidatori più esperti, quelli tra i 65 e i 74 anni, in genere restano sul luogo, la percentuale di fuggitivi tra di loro non super l'8,8%. Le zone dove questo spiacevole inconveniente si materializza più facilmente sono nel centro Italia (18,8%) e nel meridione (18,5%). Molto interessante l'aspetto umano della faccenda, lo studio infatti indaga anche quali sono le ragioni per le quali un automobilista che ha appena procurato un danno ad una macchina lasciata incustodita dal proprietario decide di tentare la fuga: “È un danno da niente” a quanto pare è la prima cosa che passa per la testa, la seconda sensazione più obliterata è la paura di aver causato, al contrario, un danno troppo esoso per le proprie tasche, altro pensiero molto gettonato è il classico “tanto nessuno mi ha visto”, un evergreen, e infine la classica autoassoluzione ovvero “tanto nessuno lascia mai bigliettini”.Lo studio appare illuminante per quanto riguarda soprattutto le scappatoie possibili per chi si rende responsabile di un simile danno che, al momento, è facilmente aggirabile, come se fosse un delitto perfetto, per farla franca basta soltanto un minimo menefreghismo.

  • Giulia Salemi dimagrita dopo la rottura con Francesco Monte
    Notizie
    notizie.it

    Giulia Salemi dimagrita dopo la rottura con Francesco Monte

    Giulia Salemi appare distrutta dopo la fine della relazione con Francesco Monte: i fan sono preoccupati

  • Notizie
    notizie.it

    Bimbo cade in un buco, la madre tenta di salvarlo ma resta incastrata

    Il bimbo stava giocando con il fratello e non si sarebbe accorto dell'apertura della grata. La madre per salvarlo si è gettata con lui.

  • Dimentica il gatto nella lavatrice: l’animale sopravvive al lavaggio
    Notizie
    notizie.it

    Dimentica il gatto nella lavatrice: l’animale sopravvive al lavaggio

    Il gatto Felix è sopravvissuto nonostante una temporanea perdita della vista e una polmonite insorta per l'acqua inalata durante il lavaggio.

  • È Torino la vera sconfitta nell'assegnazione delle Olimpiadi all'Italia?
    Notizie
    AGI

    È Torino la vera sconfitta nell'assegnazione delle Olimpiadi all'Italia?

    È un tripudio di titoli, sui giornali, per l'assegnazione dei Giochi invernali 2026 a Milano-Cortina. Da un semplice, piano e notarile “La vittoria di Milano e Cortina” del Corriere della Sera a un più trionfalistico “Miracolo a Milano (e Cortina) de la Repubblica passando per il più nazionalistico “Giochi di squadra” de Il Messaggero o “Vince lo sprint dell'Italia” al “Una fiaccola di speranza” di Libero fino già più polemico “C'è un'Italia che vince” contro evidentemente un'Paese che gioca a perdere, aspetto che è esplicitato nel titolo de Il Giornale: “Olimpiadi a Milano. Vince l'Italia antigrillina” e anche da quello molto soddisfatto de Il Foglio: “La goduria dei giochi senza grillini”. Su qualche pagina è già tutto un far di conto, come esplicita Il Sole 24 Ore in una pagina interna: “Sul territorio ricadute per 4,5 miliardi e 36 mila posti” in un effluvio di cartine e mappe de “I luoghi e le piste dove si gareggerà”, come fa il Corriere. E che per Libero “è un affare da 4 miliardi”. Conti e titoli ai quali si contrappone, invece, quello scettico e rovesciato di apertura de Il Fatto Quotidiano: “Olimpiadi: Milano e Cortina vincono ma perde l'Italia” perché “ogni edizione da 50 anni finisce con mega-buchi per città e Paesi organizzatori. E maxi-aumenti di tasse. Senza dimenticare le retate di Expo 2015”.Tuttavia “è una vittoria ‘nonostante'. Nonostante la contrarietà dei 5 Stelle e la freddezza del governo” sottolinea l'editoriale del Corriere della Sera a firma del vicedirettore Venanzio Postiglione. “Dall'inizio. Da quando Torino, guidata dal partito di Grillo, ha confermato il rifiuto della Tav e poi (la coerenza del ‘no') ha frenato sui Giochi del 2026 che dovevano consacrare l'arco alpino dal Monviso alle Dolomiti.A quel punto, la svolta. Giancarlo Giorgetti, a nome di un pezzo di governo, ha lanciato Milano e Cortina senza il Piemonte”. E “con il sì di Beppe Sala, sindaco di centrosinistra, pronto a riproporre il modello vincente di Expo e a confermare il momento positivo della città. E con il sì dei governatori leghisti Attilio Fontana e Luca Zaia, anche come prova generale dell'autonomia”. Un Paese che s'oppone al declino e a una politica declinista, dunque.Tutti contenti, dunque, “tranne uno” come sottolinea Marco Imarisio sulle colonne del quotidiano di via Solferino. Perché “in questa storia olimpica a lieto fine, a Torino spetta la parte del brutto anatroccolo, quello che alla festa se ne sta in disparte”. Ovvero Torino la Grande Sconfitta, “la tragicommedia della candidatura” e “il modo in cui Torino è riuscita a perdere Olimpiadi già vinte in partenza rappresenta una lezione a futura memoria sulle cose da non far e nel mondo globalizzato che richiede alleanze, umiltà, e sinergie”. Quel che è appunto accaduto per Milano e Cortina.Ma quel che è accaduto ieri a Losanna è il segnale che l'Italia “funzione quando riesce a fare squadra, fare sistema” ma anche quando “quando i grillini non toccano palla, l'Italia qualche speranza ancora di farcela ce l'ha” scrive il direttore de Il Foglio Claudio Cerasa. Che plaude invece all'azione del sottosegretario Giorgetti che “è riuscito a creare una candidatura alternativa” a quella di Torino “e anche a costruire un asse con lo stesso capo del Coni (Malagò) che il suo governo aveva gravemente depotenziato con la riforma del Coni”.La Repubblica dedica anche un servizio ai giochi Olimpici invernali del 2006 che sono stati “una fortuna per la città di Torino, un disastro per molti impianti abbandonati nelle valli” in quanto “hanno prodotto un'ambivalente, ambigua eredità, materiale e immateriale insieme”. Cioè, “diedero a Torino una diversa e più ampia percezione di sé, le fecero conoscere una solida vocazione turistica, la dotarono della prima linea della metropolitana ma soprattutto tolsero quella patina di riservatezza e disincanto che avviluppava i cittadini, i bogianen, scaraventati nella vertigine delle notti bianche e delle premiazioni in piazza Castello”. Però è altrettanto vero che “molti impianti sportivi della Valsusa sono oggi balene spiaggiate e senza futuro”.E a proposito di Torino, Il Fatto ricorda che “l'ex capitale d'Italia, un anno fa, nel settembre del 2018, è stata tagliata fuori con la sua proposta di candidatura ai Giochi. E la sindaca Chiara Appendino aveva dovuto prenderne atto, ricordando, assai irritata, che “senza l'appoggio e il sostegno economico del governo” Torino non avrebbe alcuna possibilità. Le cose sono andate esattamente in questo modo, nonostante il successo d'immagine delle Olimpiadi di Torino del 2006. La città sabauda aveva cominciato a perdere ben prima del settembre 2018, però, soprattutto perché la maggioranza a 5Stelle della sindaca aveva minacciato di spaccarsi in caso di un “sì”deciso ai Giochi del 2026”Tuttavia, ancora su la Repubblica, Sergio Rizzo si concentra sul successo Milano-Cortina per osservare anche “Quanto diventa lontana Roma”, esattamente un anno dopo aver detto “No alle Olimpiadi del mattone!” e la sindaca di Roma Virginia Raggi rivendicava “Roma ce la fa, ce la sta già facendo anche senza Olimpiadi”. Chiosa Rizzo: “Qualunque città ce la può fare anche senza Olimpiadi. Dipende soltanto come. Non abbiamo alcun dubbio, per esempio, che Milano ce l'avrebbe potuta fare anche se non si fosse aggiudicata, insieme a Cortina, l'organizzazione dei Giochi invernali per il 2026. Ma non sbagliamo immaginando che per quella città potrebbe essere l'occasione per fare un altro salto nella graduatoria delle metropoli europee. E scavare ancora più in profondità l'abisso che già la separa dalla capitale d'Italia. Come purtroppo fossero, già ora, centri urbani di due Paesi diversi, tanto è abissale e palpabile la differenza”.Mentre Il Messaggero segnala che diventa “un caso i complimenti di Raggi” alle due città vincitrici: “Proprio la sindaca ‘anziché chieder scusa ai romani', come le rinfaccia il Pd, si è lanciata in un tweet: ‘L Olimpiadi invernali 2026 si faranno in Italia. Complimenti a tutti coloro che hanno lavorato per questo risultato. Congratulazioni ai colleghi sindaci Sala e Ghedina'. E pensare che tre anni fa poteva essere lei, insieme alla Capitale, a festeggiare per i giochi estivi” chiosa il quotidiano della Capitale.

  • Belen Rodriguez spiazza tutti: la bollente risposta su Stefano
    Notizie
    notizie.it

    Belen Rodriguez spiazza tutti: la bollente risposta su Stefano

    Belen Rodriguez ha lasciato tutti di stucco dopo la bollente risposta a un fan sui social che riguarda Stefano De Martino

  • Temptation Island, Cristina Incorvaia: “Voglio sapere se David mi ama”
    Notizie
    notizie.it

    Temptation Island, Cristina Incorvaia: “Voglio sapere se David mi ama”

    Cristina Incorvia ha 38 anni ed è in grado di ammaliare chiunque posi il suo sguardo su lei. Sarà tra le protagoniste di Temptation Island.

  • Harry e Meghan e il cottage pagato dai contribuenti
    Notizie
    Adnkronos

    Harry e Meghan e il cottage pagato dai contribuenti

    La ristrutturazione di Frogmore Cottage, residenza del principe Harry e della moglie Meghan Markle, è costata 2,4 milioni di sterline (circa 2,7 milioni di Euro), pagati in parte dai contribuenti britannici. Lo mostrano alcuni documenti di bilancio della Casa Reale di quest'anno, riportati dai media. Il cottage, che in precedenza era stato suddiviso in cinque residenze separate, è tornato ad essere un'unica residenza ufficiale per il Duca e la Duchessa del Sussex e il loro figlio Archie, finanziato in gran parte tramite la Sovereign Grant, il pagamento elargito ogni anno dal governo per finanziare i doveri ufficiali della sovrana.  Mentre la coppia ha pagato da sé gli impianti e i nuovi arredi, il fondo pubblico ha sostenuto il costo della sostituzione dei sistemi di riscaldamento, elettrico, del gas e dell'acqua, oltre alla sostituzione delle travi del soffitto e dei travetti.  Michael Stevens, responsabile dei conti della monarchia, ha spiegato che "la proprietà non era stata oggetto di lavori per alcuni anni ed era stata già destinata alla ristrutturazione. L'edificio è tornato ad avere una sola residenza e l'infrastruttura obsoleta è stata sostituita per garantirne il futuro a lungo termine della proprietà. Sostanzialmente tutte le rifiniture e gli arredi sono stati pagati dalle Loro altezze reali".  La ristrutturazione ha richiesto circa sei mesi ed è stata completata poco prima della nascita, il 6 maggio scorso, del figlio del Duca e della Duchessa, Archie. Le migliori apportate avrebbero consentito la realizzazione di cinque camere da letto, ma non sarebbe stata creata la stanza adibita allo yoga che, secondo i siti di gossip, Meghan in un primo momento avrebbe fortemente voluto.

  • Heidi Klum senza veli allo specchio: fan in delirio su Instagram
    Notizie
    notizie.it

    Heidi Klum senza veli allo specchio: fan in delirio su Instagram

    L'ex modella tedesca infiamma il web con una posa seducente davanti allo specchio, i capelli arruffati e un particolare abbigliamento.

  • Lamberto Sposini ricoverato in clinica: vediamo cosa è successo
    Notizie
    notizie.it

    Lamberto Sposini ricoverato in clinica: vediamo cosa è successo

    L'ex conduttore de La Vita in Diretta venne colpito da un ictus otto anni fa. In questi giorni è tornato in clinica: vediamo cosa è successo.

  • Notizie
    notizie.it

    Lasciano figlio in auto sotto il sole: poliziotto eroe lo salva

    Il piccolo di quattro anni aveva attirato l'attenzione dei passanti battendo le mani sui vetri e cercando di aprire le portiere dell'automobile.

  • Fedez a Chiara Ferragni: “Voglio la prova del DNA per Leone”
    Notizie
    notizie.it

    Fedez a Chiara Ferragni: “Voglio la prova del DNA per Leone”

    Fedez comincia ad avere dei dubbi sul fatto di essere il vero padre di Leone. Il rapper scherza su questo argomento dopo aver visto alcune foto.

  • Luca Daffrè fidanzato con un’amica di Cecilia Rodriguez?
    Notizie
    notizie.it

    Luca Daffrè fidanzato con un’amica di Cecilia Rodriguez?

    Luca Daffrè ha davvero dimenticato Angela Nasti? L’ex corteggiatore di Uomini e Donne è stato beccato insieme un'amica di Cecilia Rodriguez

  • Il caldo in arrivo giovedì e venerdì potrebbe superare il record del 2003
    Notizie
    AGI

    Il caldo in arrivo giovedì e venerdì potrebbe superare il record del 2003

    Ci siamo, il grande caldo è arrivato: "È ormai imminente una delle ondate di caldo più intense degli ultimi anni, che sarà probabilmente destinata a frantumare diversi record di temperatura massima per giugno", come quelli rilevati nel 2003 e 2015.Secondo il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara, "l'anticiclone africano nei prossimi giorni piloterà masse d'aria rovente dal Nord Africa verso diverse nazioni d'Europa, in particolare Spagna, Francia, Germania, Olanda, Inghilterra, ma anche Italia. Le propaggini di questa poderosa fiammata africana si spingeranno persino fin su Scozia e Mare del Nord. Prepariamoci dunque a una settimana via via più rovente, con il picco dell'ondata di caldo tra giovedì e venerdì, quando si potranno raggiungere picchi di 40 C in particolare al Nordovest, centrali tirreniche e Sardegna. Caldo più contenuto al Sud, per quanto comunque abbastanza intenso. Va inoltre sottolineato come l'ondata di calore, oltre che intensa, potrebbe risultare particolarmente duratura, coinvolgendoci non solo questa settimana, ma anche la prossima, questa volta con un maggiore coinvolgimento del Centrosu".Per gli esperti, il rischio di avvicinarsi e addirittura superare i record del 2003 e 2015 quando si raggiunsero picchi elevatissimi in Piemonte e Lombardia nel primo caso e record di umidità nel secondo, ci sono tutti. Il caldo sarà eccezionale anche sulle Alpi: "Questa imponente ondata di calore, che tra l'altro giungerà in uno dei periodi dell'anno con più ore di luce, potrebbe portare a raggiungere record di temperatura massima per il mese di giugno in diverse città d'Italia e in alcune Capitali europee" ,prosegue Andrea Vuolo di 3bmeteo.com."Nella seconda parte della settimana - aggiunge - quando è atteso l'acuto dell'anticiclone, sono attesi picchi di 37-40 C in città come Torino, Asti, Alessandria, Vercelli, Novara, Aosta, Pavia, Milano, Lodi, Cremona, Mantova, Bolzano, Trento, Parma, Modena, Reggio Emilia, Bologna, Ferrara, Rovigo, Firenze, Lucca, Grosseto, Roma, Frosinone, Rieti, Sassari, Oristano."Proprio sul Piemonte, che risulterà una delle regioni maggiormente colpite, non si escludono picchi locali persino di 41-42 C. Il caldo eccezionale non risparmierà neanche la montagna, in particolare le Alpi centro-occidentali, dove si potranno raggiungere temperature fino a 30-32 C addirittura a 1400-1500m, con zero termico oltre i 4500-4600m di quota. In Europa segnaliamo inoltre possibili punte di oltre 40-42 C pure tra Spagna e Francia meridionale, oltre 36-37 C su restante Francia, Olanda, Germania e a tratti Inghilterra".Caldo e afa anche di notte: "Segnatamente da mercoledì - proseguono gli esperti - complice la scarsa ventilazione e la presenza di valori medio-alti di umidità relativa, accrescerà notevolmente la sensazione di afa e di conseguenza il disagio bioclimatico anche nel nostro Paese, specie in Pianura Padana e nelle aree interne del Centro. Attenzione particolare alle ore serali nelle grandi città, quando l'afa potrebbe risultare in alcuni casi notevole, complici temperature ancora ben superiori ai 30 C. Nelle ore notturne le temperature si manterranno inoltre su valori via via più elevati, complici anche le poche ore di buio in questo periodo dell'anno: tra giovedì e sabato sono attesi valori minimi notturni non inferiori ai 24-27 C in città come Torino, Milano, Bologna e Roma, ma in generale nelle grandi aree urbane del Nord. Situazione dunque da monitorare giorno per giorno: siamo di fronte ad una delle più intense ondate di caldo dell'ultimo decennio, probabilmente anche di portata storica per alcune zone dell'Europa. Sarà dunque bene predisporre tutte le attenzioni necessarie soprattutto per i soggetti più a rischio, ovvero i bambini e gli anziani" .

  • Paola Turci insultata per un tweet sulle Olimpiadi
    Notizie
    Style 24

    Paola Turci insultata per un tweet sulle Olimpiadi

    La cantante Paola Turci è stata insultata dagli haters per un tweet sulle Olimpiadi e sulla situazione di degrado della sua città natale, Roma.

  • Olimpiadi Milano-Cortina, Salvini: “Mi spiace che qualcuno si sia sfilato”
    Notizie
    notizie.it

    Olimpiadi Milano-Cortina, Salvini: “Mi spiace che qualcuno si sia sfilato”

    "È una bella giornata per l'Italia. Qualcuno ci credeva di più e qualcuno di meno, anche al governo, e sono convinto che qualcuno ha gufato".

  • Trapani, scavalca il muro ed evade dal carcere
    Notizie
    notizie.it

    Trapani, scavalca il muro ed evade dal carcere

    Evaso dal carcere di Trapani un detenuto condannato per spaccio e traffico di droga. Ora è caccia all'uomo.

  • Spagna, medusa Man O’War attacca 7 bagnanti: divieto di balneazione
    Notizie
    notizie.it

    Spagna, medusa Man O’War attacca 7 bagnanti: divieto di balneazione

    Divieto di balneazione in tre spiagge sulla Costa Blanca, nei pressi della città spagnola di Benidorm. Avvistati infatti banchi di Man O'War.

  • Nadia Toffa, il silenzio sui social preoccupa i fan
    Notizie
    notizie.it

    Nadia Toffa, il silenzio sui social preoccupa i fan

    L'ultimo post della conduttrice risale all'11 giugno. Lo strano silenzio sta preoccupando i fan della conduttrice.

  • In Sudan internet ha ripreso a funzionare. Ma per una persona sola
    Notizie
    AGI

    In Sudan internet ha ripreso a funzionare. Ma per una persona sola

    Dopo tre settimane di interruzione di internet, decretato dai militari per arginare le proteste dei cittadini, in Sudan c'è solo un uomo che riesce a connettersi alla rete. È l'avvocato Abdel-Adheem Hassan che è tornato a navigare grazie alla causa vinta contro l'operatore Zain Sudan, che ha attuato l'ordine di interruzione del servizio decretato dalla giunta militare al potere.Hassan ha annunciato la sua vittoria legale alla BBC, precisando di essere per ora "l'unico beneficiario della decisione della magistratura" in quanto ha fatto causa solo a titolo personale. Ma il tenace avvocato si è impegnato a tornare oggi stesso in tribunale per ottenere lo stesso diritto per tutti i sudanesi, promettendo che entro il fine settimana "un milione di persone avrà nuovamente accesso alla rete".Nella causa intentata personalmente, Hassan ha argomentato davanti ai giudici che "l'operatore non aveva fatto recapitare alcuna comunicazione scritta agli utenti prima di scollegare i cavi internet", quindi in violazione del contratto stipulato. Oltre al disagio nella vita quotidiana, secondo l'avvocato sudanese il blocco di internet rappresenta "un crimine nonché una violazione dei diritti umani internazionali".A chiedere la fine della chiusura dei servizi internet, ma soprattutto della repressione brutale contro i manifestanti e l'accesso degli osservatori, è stato l'Alto commissario per i diritti umani, la cilena Michelle Bachelet, nel discorso inaugurale pronunciato martedì in apertura del Consiglio Onu a Ginevra. L'esercito sudanese ha preso il potere l'11 aprile dopo aver rimosso dal suo incarico il presidente Omar al-Bashir, dopo mesi di proteste e disordini. Il Consiglio militare di transizione è composto da sette membri, guidato dal generale Abdel Fattah Abdelrahman Burhan.

  • Reddito di cittadinanza, al via le chiamate dai centri per l’impiego
    Notizie
    notizie.it

    Reddito di cittadinanza, al via le chiamate dai centri per l’impiego

    Saranno 120mila le famiglie convocate dai centri per l'impiego per sottoscrivere il patto per il lavoro. Sanzioni per chi diserterà gli incontri.

  • Arianna Cirrincione e Andrea Cerioli: la verità sulla coppia
    Notizie
    Style 24

    Arianna Cirrincione e Andrea Cerioli: la verità sulla coppia

    Arianna Cirrincione, fidanzata di Andrea Cerioli e sua corteggiatrice ai tempi di 'Uomini e Donne', ha svelato su Instagram la verità sulla coppia.

  • Himalaya: recuperati i corpi di 7 alpinisti travolti da una valanga
    Notizie
    notizie.it

    Himalaya: recuperati i corpi di 7 alpinisti travolti da una valanga

    Tentavano di scalare il Peak 6477m, una vetta dell'Hilamaya indiano mai raggiunta prima quando una valanga ha travolto un gruppo di otto alpinisti.

  • Napoli, rissa dopo l’incidente: uomo prende a calci una ragazza
    Notizie
    notizie.it

    Napoli, rissa dopo l’incidente: uomo prende a calci una ragazza

    Dopo uno scontro tra due scooter, è scoppiata una rissa tra due donne. Un uomo è intervenuto prendendo a calci la rivale della compagna.