• Rocco Casalino stipendio: quanto guadagna il portavoce di Conte
    Notizie
    notizie.it

    Rocco Casalino stipendio: quanto guadagna il portavoce di Conte

    Il Governo pubblica lo stipendio recepito dai collaboratori della Presidenza del Consiglio: tra questi, c'è Rocco Casalino, portavoce di Conte.

  • Chiede di applicare il tassametro a Fiumicino e il tassista gli rompe il naso
    Notizie
    AGI

    Chiede di applicare il tassametro a Fiumicino e il tassista gli rompe il naso

    Un violento pugno in faccia solo per aver chiesto l'applicazione del tassametro. È l'incredibile disavventura toccata all'aeroporto "Leonardo da Vinci" ad un passeggero appena sbarcato nella capitale da Madrid. Il tassista è stato identificato dalla Polizia di Stato e accusato di lesioni per futili motivi: la vittima, assistita e medicata nel pronto soccorso aeroportuale di ADR e poi trasferita all'ospedale Cto di Roma, ha riportato una frattura del setto nasale giudicata guaribile in 30 giorni.Tutto si è consumato nel giro di pochissimi minuti. Il passeggero, rivoltosi a un tassista in regolare servizio, solo per aver chiesto l'applicazione del tassametro per una corsa dallo scalo aereo alla capitale, è stato aggredito: la violenta scena, ripresa dalle telecamere posizionate nell'area esterna Arrivi del terminal 3, è avvenuta nella totale indifferenza sia degli altri tassisti e degli addetti volontari del "Taxi Service" che si occupano di assistere i passeggeri che richiedono il servizio di trasporto, sia delle altre persone in transito.Nel video appare l'uomo che si rivolge al tassista, che appare fin da subito visibilmente irritato, al punto da rifiutare il carico dei bagagli: mentre è in corso la discussione fra i due, un assistente del servizio taxi con indosso un fratino giallo fa salire a bordo della stessa vettura un altro cliente, mentre il tassista si rimette alla guida.Il primo viaggiatore, infastidito, bussa piu' volte sul vetro posteriore della vettura per chiedere spiegazioni e il tassista infuriato, scende e a passo spedito, gli va incontro e lo colpisce con un pugno in pieno volto. L'uomo cade all'indietro mentre il tassista riparte alla guida dell'auto con l'altro cliente a bordo

  • Aspetta figlia da uno dei 4 compagni: “La cresceremo tutti insieme”
    Notizie
    notizie.it

    Aspetta figlia da uno dei 4 compagni: “La cresceremo tutti insieme”

    Una ventenne è rimasta incinta di uno dei suoi quattro compagni: la figlia verrà cresciuta da tutti loro.

  • Attori a luci rosse, quanto guadagnano i divi italiani?
    Notizie
    notizie.it

    Attori a luci rosse, quanto guadagnano i divi italiani?

    Quanto guadagnano davvero gli attori a luci rosse? Il loro è davvero un mestiere così remunerativo? Le rivelazioni.

  • Checco Zalone fa discutere con il film Tolo Tolo, nelle sale a gennaio
    Notizie
    notizie.it

    Checco Zalone fa discutere con il film Tolo Tolo, nelle sale a gennaio

    Il nuovo film di Checco Zalone "Tolo Tolo" uscirà a gennaio, ma il brano pubblicato in anteprima sta già facendo discutere per la sua consueta ironia.

  • Come funzionano le pensioni in Francia e cosa cambierà
    Notizie
    AGI

    Come funzionano le pensioni in Francia e cosa cambierà

    Da ieri la Francia è ferma a causa di manifestazioni e scioperi contro la riforma delle pensioni voluta dal presidente Emmanuel Macron, che sulla carta dovrebbe entrare in vigore dal 2025. A grandi linee i punti principali dell'attuale sistema a confronto con quello previsto dalla riforma, illustrato nel primo documento dell'Alto commissario Jean-Paul Delevoye, il "signor Pensioni" di Macron, consegnato lo scorso luglio. SISTEMA DI RIPARTIZIONEIl sistema vigente funziona come un'assicurazione collettiva. Lavoratori e datori di lavoro finanziano le casse degli enti pensionistici versando contributi prelevati direttamente dal loro reddito e tutte queste somme messe in comune servono a pagare le pensioni. La pensione non viene quindi finanziata con le somme versate dal diretto interessato durante la sua carriera ma viene prelevata dalla cassa comune alimentata dalla popolazione attiva. 42 CASSE PENSIONISTICHELa solidarietà tra le generazioni è la regola base. Le tre principali sono il regime generale dei dipendenti del settore privato (80% dei pensionati), la Mutua sociale agricola (Msa) per i lavoratori agricoli e il regime delle professioni indipendenti. I regimi speciali - 11 in tutto - riguardano i pubblici dipendenti, le aziende e stabilimenti pubblici (tra cui Banca di Francia, compagnia ferroviaria Sncf, metro parigina Ratp, ecc), ma anche le professioni autonome (avvocati) oltre al fondo di solidarietà per gli anziani.Oltre al regime base, i dipendenti hanno l'obbligo di versare contributi a casse dette complementari, e durante la pensione percepiranno un secondo trattamento previdenziale. Si tratta di un sistema molto complesso in quanto ogni cassa funziona in base alle proprie regole. Generalmente sono basate su sistemi a punteggi, convertiti in euro, il cui importo si somma a quello delle pensioni di base.Se approvata, la riforma cancellerà le 42 casse e regimi specifici esistenti per introdurre un sistema universale nel quale i diritti saranno gli stessi per tutti. Si tratterà sempre di un sistema di ripartizione. Ogni 10 euro di contributi versati equivarranno a un punto. Oltre i 10 mila euro di stipendio lordo mensile non ci saranno ulteriori diritti a fini pensionistici. Punti bonus potrebbero essere assegnati in determinate situazioni: disoccupazione, maternità, accompagno persona anziana o con disabilità. OGGI L'ETA' LEGALE DELLA PENSIONE È DI 62 ANNI PER IL REGIME GENERALERegole diverse sono in vigore in base al regime pensionistico di appartenenza. Chi ha fatto lavori molto stancanti può andare in pensione a 60 anni. Chi ha lavorato nell'esercito, la polizia, nelle carceri o come vigile del fuoco può ritirarsi a 57 anni, in alcuni casi anche a 52. Ma per usufruire del massimo livello pensionistico, chi è nato dal 1958 in poi deve aver versato contributi per almeno 41 anni e 9 mesi e per quanti nati dal 1973 in poi il minimo è 43 anni. La pensione col massimo livello retributivo è automatica a partire da 67 anni per quanti sono nati dal 1955 in poi.Con la riforma l'età legale rimarrà invariata a 62 anni, ma per aver diritto al massimo livello pensionistico bisognerà aspettare i 64 anni, criterio che si applicherà per chi è nato dal 1963 in poi. Età poi destinata ad evolvere ulteriormente in base all'aspettativa di vita. Per le pensioni di reversibilità oggi sono in vigore 13 regole incrociate, mentre la riforma prevede un dispositivo unico: il 70% della pensione della coppia andrà a chi rimane in vita. Sarà pagata a partire da 62 anni. PER IL CALCOLO DELLA PENSIONE VENGONO INCROCIATI DIVERSI FATTORITra questi c'è la durata di attività - calcolata trimestralmente - il livello di reddito percepito durante i 25 anni migliori della carriera lavorativa o dei 6 ultimi mesi prima di andare in pensione per pubblici dipendenti e regimi speciali. Chi ha avuto tre figli ha diritto ad una maggiorazione dell'importo mensile del 10%, pagata a ciascuno dei due genitori. Se durante l'intera carriera una persona ha versato contributi a diversi regimi base e complementari, una volta in pensione percepiscono più trattamenti. In Francia un pensionato in media percepisce 2,5 trattamenti pensionistici che si cumulano tra di loro. In linea di massima funzionari civili dello Stato e militari godono di pensioni sensibilmente superiori rispetto ai dipendenti affiliati al regime generale. Anche chi è collegato ai regimi speciali (ferrovie) e a quello delle professioni autonome percepisce un pò di più. Pensioni di gran lunga inferiori toccano invece a lavoratori agricoli, artigiani e negozianti. VINCITORI E PERDENTIIn base alle anticipazioni del rapporto del commissario Delevoye, a guadagnare saranno i lavoratori con carriere a singhiozzo, con periodi di attività inferiori a 3 mesi oppure interrotti di frequente, che invece in futuro saranno presi in considerazione. Le nuove regole di calcolo saranno favorevoli anche ai genitori e a chi si occupa di una persona anziana o con handicap. A perdere invece saranno quei lavoratori la cui remunerazione aumenta sensibilmente a fine carriera e chi usufruisce attualmente dei regimi speciali.

  • Chi è Martino Iacchetti: curiosità e vita privata del figlio di Enzo
    Notizie
    Style 24

    Chi è Martino Iacchetti: curiosità e vita privata del figlio di Enzo

    Martino Iacchetti è l'adorato figlio di Enzo Iacchetti. Attore e cantautore, non ama ricevere favoritismi. Cosa sappiamo di lui?

  • Cuore si ferma per 6 ore e poi riparte: miracolo in Spagna
    Notizie
    notizie.it

    Cuore si ferma per 6 ore e poi riparte: miracolo in Spagna

    Il cuore si ferma e poi riparte: Audrey Mash, 34 anni, si trovava con il marito sui Pirenei, quando sono stati sorpresi da una tormenta di neve.

  • Terremoto a Verona: paura in tutta la provincia
    Notizie
    notizie.it

    Terremoto a Verona: paura in tutta la provincia

    Paura questa notte per un terremoto a Verona: la scossa ha avuto magnitudo 3.2 ed è stata avvertita dai cittadini.

  • Eliana Michelazzo senza veli: la foto fa il boom di like
    Notizie
    notizie.it

    Eliana Michelazzo senza veli: la foto fa il boom di like

    Eliana Michelazzo ha fatto impazzire i fan con un reggiseno trasparente e senza veli.

  • Trump chiede alla Banca mondiale di non prestare più soldi alla Cina
    Notizie
    AGI

    Trump chiede alla Banca mondiale di non prestare più soldi alla Cina

    La Banca mondiale non deve più concedere prestiti alla Cina. Lo ha detto il presidente Donald Trump. "Perché la Banca mondiale presta soldi alla Cina?", ha twittato il presidente. "Ma è possibile? La Cina ha molti soldi e se non li ha, li crea. STOP", ha tuonato il tycoon, gettando benzina sul fuoco delle relazioni con Pechino mentre i due Paesi continuano a negoziare un accordo commerciale. Why is the World Bank loaning money to China? Can this be possible? China has plenty of money, and if they don't, they create it. STOP! — Donald J. Trump (@realDonaldTrump) December 7, 2019La Banca Mondiale, segnalando che i prestiti a Pechino diminuiranno gradualmente, nel suo Country Partnership Framework (Cpf), indica che i prestiti alla Cina saranno di circa 1-1,5 miliardi di dollari all'anno fino al 2025.L'amministrazione statunitense si è rifiutata di sostenere questo piano di aiuti a Pechino. Il segretario al Tesoro Usa, Steven Mnuchin, ha tenuto a far sapere che Washington si è "opposta" tramite in suo rappresentante nel board della Banca Mondiale al piano Cpf approvato il 5 dicembre. Gli Usa sostengono che la Cina non debba più godere di questi aiuti che sono previsti per le economie in via di sviluppo.

  • Daniele Scardina: “Io fidanzato con Diletta Leotta? Preferisco…”
    Notizie
    notizie.it

    Daniele Scardina: “Io fidanzato con Diletta Leotta? Preferisco…”

    Daniele Scardina ha spiegato la sua versione su quali sarebbero i rapporti con Diletta Leotta.

  • "Così sono finito a fare il barbone in attesa della pensione"
    Notizie
    Adnkronos

    "Così sono finito a fare il barbone in attesa della pensione"

    di Lavinia GerardisIl cappello di lana calato sulla fronte, il giubbotto chiuso fino a sotto il mento, Enrico Casali preferisce stare sulla terrazza "perché - dice - così l'impatto col freddo lo sento solo una volta quando esco e poi mi abituo". La terrazza è quella di 'Binario 95', il centro di accoglienza e supporto per persone senza dimora che si trova alla stazione Termini di Roma e che da qualche mese è diventato casa sua. "Ho dormito 7 mesi sui cartoni in mezzo alla strada, alla stazione Termini. Ero diventato un barbone al cento per cento: frugavo anche nell'immondizia - racconta Enrico -. In tutta la mia vita sono stato sempre io l'appoggio di tutti ma mi sono ritrovato in questa situazione in cui non vorrei mai che nessuno si trovasse perché... ho sofferto, ho sofferto tanto". Gli occhi gli si riempiono di lacrime, Enrico si scusa: "Me vie' da piagne", dice in romanesco serrando le labbra prima di iniziare a raccontare la sua storia dal principio. "Io sono nato a Roma nel 1958, faccio 61 anni il 29 dicembre ma non vivo più qui, la mia vita è in Ecuador, il Paese di mia moglie. A ottobre dell'anno passato sono tornato in Italia per prendere il pin dell'Inps e fare i documenti per ottenere la pensione. Ho fatto per 40 anni il muratore: palazzine intere, case, caminetti, forni, di tutto. Sono contento del lavoro che ho fatto ma ora, come giusta regola - dice - mi dovrebbero dare la pensione che mi spetta di diritto. Io ero tornato qua per questo". L'idea di Enrico era quella di restare qualche mese, il tempo di sistemare tutte le pratiche, e nel frattempo tornare a lavorare con il vecchio principale per potersi mantenere e comperare il biglietto di ritorno. Ma le cose non sono andate come sperava. "In poche parole il principale mio pur avendo una ditta grossa ha chiuso, io dopo non ho potuto più lavorare né ricomprare il biglietto per tornare a casa. Mi sono ritrovato solo, senza un soldo e a dormire in mezzo alla strada". Sì perché trovare lavoro a 60 anni, anche se l'esperienza accumulata è grande, nei cantieri come altrove non è facile. E finire per strada per la prima volta nella vita a quell'età è durissima. "Mi sono ammalato, mi è venuta la tubercolosi polmonare sia perché dormivo per terra e non mangiavo più, sia per il lavoro che ho fatto per anni sempre a contatto con la polvere. Sono stato quattro mesi ricoverato in ospedale e grazie a Dio - dice sorridendo con gli occhi mentre guarda Valentina - ho trovato queste persone bravissime di 'Binario 95'. Per me è stato un mezzo miracolo: mi hanno aiutato e accolto e ancora mi stanno aiutando anche per risolvere i miei problemi con la pensione".  Adesso infatti, spiega tra lo speranzoso e lo scettico Enrico, "forse il male va per il bene: con la malattia che ho avuto potrei richiedere un anticipo della mia pensione". E nonostante non abbia raggiunto i 67 anni di età e con "solo 27 anni di contributi versati - spiega Enrico - mi potrebbero dare tre quarti di pensione. E per me va benissimo, non voglio di più. L'importante - conclude - è tornare da mia moglie che è più grande di me e che amo tantissimo e riprendere la mia vita con lei avendo quello che ci basta per vivere tranquilli gli anni che restano".

  • Giusy Occhionero: la deputata di Italia Viva è indagata per falso
    Notizie
    notizie.it

    Giusy Occhionero: la deputata di Italia Viva è indagata per falso

    Guai per la deputata di Italia Viva Giusy Occhionero: la procura di Palermo le ha notificato un avviso di garanzia per falso in concorso.

  • Gemma Galgani senza trucco, i fan: “Irriconoscibile”
    Notizie
    notizie.it

    Gemma Galgani senza trucco, i fan: “Irriconoscibile”

    Gemma Galgani senza trucco? La foto lascia i fan sbalorditi perché la Dama è irriconoscibile.

  • Gabriel Garko e Gabriele Rossi: cena nel ristorante di famiglia
    Notizie
    notizie.it

    Gabriel Garko e Gabriele Rossi: cena nel ristorante di famiglia

    Nel locale dei genitori Rossi, Gabriele e Gabriel Garko hanno mangiato un trancio di pizza insieme alle amiche Eva Grimaldi e Imma Battaglia.

  • Sardine nere in corteo a Napoli, ecco chi sono
    Notizie
    Adnkronos

    Sardine nere in corteo a Napoli, ecco chi sono

    Domani dalle 10 da Piazza Garibaldi partirà il corteo delle Sardine Nere del Movimento Migranti e Rifugiati di Napoli. "Chi sono le Sardine Nere? Sono tutte quelle sardine che non sono potute scendere nelle piazze italiane di queste ultime settimane, perché considerate diverse dalle altre Sardine", spiega l’Ex Opg di Napoli lanciando l'iniziativa su facebook.  "Le Sardine Nere sono quelle sardine che hanno attraversato il deserto, sono fuggite ai campi libici e adesso nuotano nel Mare della burocrazia e del razzismo istituzionale. Le Sardine Nere aspettano di avviare da mesi la procedura per il riconoscimento della protezione internazionale, aspettano il loro permesso ancora bloccato negli uffici immigrazione. Da quando è entrato in vigore il Decreto Sicurezza di Matteo Salvini non riescono a convertire la protezione umanitaria in permesso di soggiorno per lavoro. Così facendo sono condannate a nuotare silenziosamente dentro a un mare di odio, invisibilità, razzismo e sfruttamento. Ma domani le Sardine Nere riprenderanno le loro voci e attraverseranno il centro della città nuotando contro le onde degli abusi e dell’indifferenza della questura immigrazione. Vite troppo importanti per rimanere bloccate".

  • Fedez: "La rottura con J-Ax? Forse non servivo più. Da Rovazzi neanche un sms dopo la nascita di Leone"
    Notizie
    HuffPost Italia

    Fedez: "La rottura con J-Ax? Forse non servivo più. Da Rovazzi neanche un sms dopo la nascita di Leone"

    Le paure, le gioie, i dolori per le amicizie finite e la voglia di guardareavanti.

  • Cosa pensa Nicola Gratteri della riforma della prescrizione
    Notizie
    AGI

    Cosa pensa Nicola Gratteri della riforma della prescrizione

    "Nulla deve essere messo nel congelatore. La riforma deve andare avanti e deve decorrere dal primo gennaio 2020". Così, sulla riforma della prescrizione, si è espresso il procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri, in una intervista a Il Fatto Quotidiano."La prescrizione dopo la condanna di primo grado è giusta per tutte le parti del processo, soprattutto per le persone offese che non possono subire una simile mortificazione e non avere alcuna risposta dalla giustizia, spesso dopo anni di attesa e spesso anche per condotte molto gravi che in certi casi hanno portato pure alla morte di un congiunto", dice Gratteri. "Quindi, a scanso di equivoci per quello che sto per dire, ribadisco che è bene che questa riforma parta - prosegue - perché c'è tutto il tempo poi per fare modifiche fondamentali per velocizzare le fasi delle indagini preliminari e quella del dibattimento. Ma nessuno si domanda perché fascicoli rimangono fermi negli armadi dei pm e dei giudici per 4,5 anni e anche più. Questa è la mamma di tutte le domande".Secondo Gratteri, inoltre, "gli effetti del blocco della prescrizione si avranno solo tra quattro anni. La verità è che si continuerà a fare i processi come adesso. Il magistrato sarà costretto a lavorare tantissimo, come sempre", anche se la riforma entrerà in vigore il primo gennaio prossimo.

  • Maurizio Cattelan, venduta la banana attaccata al muro: il prezzo
    Notizie
    notizie.it

    Maurizio Cattelan, venduta la banana attaccata al muro: il prezzo

    "Comedian", la banana attaccata al muro di Maurizio Cattelan, è stata venduta: l’opera dell’artista padovano è stata esposta ad Art Basel

  • Prende a schiaffi un uomo che non la fa salire sul bus, ma è sordomuto
    Notizie
    notizie.it

    Prende a schiaffi un uomo che non la fa salire sul bus, ma è sordomuto

    Una donna di 27 anni ha aggredito con una serie di schiaffi un 35enne sordomuto che non la lasciava salire sull'autobus.

  • In aumento i morti per droga in Italia: le sostanze più diffuse
    Notizie
    AGI

    In aumento i morti per droga in Italia: le sostanze più diffuse

    Nel 2018 i decessi legati al consumo di droghe sono stati 334, il 12,8% in più rispetto ai 296 dell'anno precedente, con una quota particolarmente rilevante (+92%) tra le donne over 40. È uno dei dati più inquietanti contenuti nella Relazione annuale al Parlamento sul fenomeno delle tossicodipendenze in Italia curata dal dipartimento delle Politiche antidroga della presidenza del Consiglio.Relazione secondo cui la cannabis si conferma la sostanza più diffusa sul mercato illegale, usata da un quarto degli studenti superiori e quasi sempre in modo esclusivo, non associata ad altre sostanze. Una stima "sicuramente in difetto" - anche perché non tiene conto delle patologie correlate a tutti quei comportamenti a rischio legati al consumo - quantifica in poco meno di 2 miliardi di euro il costo annuo per la cura e il trattamento delle tossicodipendenze. 4,4 MLD SPESA PER CANNABIS Gli indicatori descrivono un quadro stabile del mercato con una spesa stimata intorno ai 4,4 miliardi di euro l'anno e una percentuale di purezza alta, del 12% in media per la marijuana e del 17% per l'hashish.La diffusione della cannabis risulta evidente anche dalle azioni di contrasto: il 58% delle operazioni antidroga, il 96% dei quantitativi sequestrati, l'80% delle segnalazioni amministrative e il 48% delle denunce riguardano i cannabinoidi (marijuana, hashish e piante di cannabis). Dati che danno la misura delle dimensioni della domanda in Italia, soprattutto se letti insieme con la diffusione della sostanza anche fra i giovanissimi: un terzo degli studenti delle superiori l'ha utilizzata almeno una volta nella vita e per oltre la metà di questi l'età di iniziazione è intorno ai 15-16 anni.Nel corso degli ultimi 10 anni risultano diminuiti i giovani che hanno iniziato ad utilizzare la sostanza prima dei 13 anni, passando dal 5% degli anni 2009-2011 all'attuale 3%. Per un giovane consumatore di cannabis su 4, senza sostanziali variazioni negli ultimi anni, il consumo della sostanza puo' essere definito "rischioso": sono circa 150 mila gli studenti tra i 15 e i 19 anni che sono risultati positivi al CAST - Cannabis Abuse Screening Test e che, per le quantità e le modalità di utilizzo della sostanza, potrebbero necessitare di un sostegno clinico per gestire le conseguenze del consumo. NUOVE SOSTANZE CRESCONO La risposta alle cosiddette NPS - Nuove Sostanze Psicoattive (che comprendono ad esempio cannabinoidi, catinoni e oppioidi sintetici) deve essere proporzionale alla velocità di comparsa di queste nuove molecole: la vendita tramite siti web e il fatto che le informazioni disponibili su effetti e danni derivati dall'uso siano limitate, "continueranno a costituire gli elementi-chiave alla base di importanti sfide per la salute pubblica e per le politiche pubbliche di settore nei prossimi anni". Secondo il dato dello studio ESPAD Italia, in un anno c'è stato un decremento percentuale del 29% degli studenti che hanno riferito l'utilizzo di cannabinoidi sintetici nella vita, pur rimanendo fra le sostanze più consumate nell'anno fra i giovanissimi (5%). Le operazioni antidroga, aumentate del 37% rispetto al 2017, hanno portato al sequestro di quasi 80 chili e 27 mila dosi di sostanze sintetiche. DANNI COCAINA SEMPRE PIU' DIFFUSI A fronte di un mercato molto fiorente, stimato per una spesa di 6,5 miliardi, i dati relativi alla cocaina descrivono una situazione apparentemente stabile per ciò che riguarda la sua diffusione.I quantitativi di sostanza sequestrata e i prezzi al dettaglio non sono cambiati negli ultimi due anni e, anche se la percentuale dei giovanissimi che l'hanno utilizzata almeno una volta scende dal 3,4% del 2017 al 2,8% dell'anno scorso, rimane, dopo la cannabis, la sostanza maggiormente consumata dai poliutilizzatori e la più pericolosa dal punto di vista sociale. La cocaina è, infatti, la sostanza maggiormente accertata sui conducenti di veicoli controllati dalla Polizia stradale nell'ambito della campagna di prevenzione dell'incidentalità stradale notturna droga-correlata condotta nel 2018 e resta quella per la quale oltre un terzo delle persone inserite nelle comunità terapeutiche del privato sociale ha iniziato un percorso terapeutico-riabilitativo.Si è registrato, inoltre, sia un aumento della percentuale di principio attivo contenuto nei campioni di cocaina sequestrati, che da una concentrazione media del 33% del 2016 è passata al 68% nell'ultimo biennio, sia un aumento del 10% delle denunce per spaccio e associazione finalizzata al traffico illecito. La stessa tendenza in aumento vale sia per le ospedalizzazioni sia per i decessi direttamente correlati al consumo della sostanza, che in termini assoluti risultano aumentati rispettivamente del 38% e del 21% rispetto all'anno precedente. LIEVITA IL MERCATO DEGLI OPPIACEI Il monitoraggio della diffusione di oppiacei descrive un mercato in crescita. Nel corso del 2018 è stato osservato, in termini assoluti, un incremento del 60% di sostanza sequestrata nel nostro Paese, sfiorando la tonnellata di eroina intercettata dalle forze dell'ordine, con un principio attivo mediamente superiore del 18% rispetto al 2017. Indicatori confermati anche dal 28% in più di ricoveri e di circa il 6% in più di decessi correlati all'uso di oppiacei.A confermare importanti modifiche nel mercato, oltre all'aumento della purezza della sostanza c'è anche l'aumento del prezzo medio di spaccio e delle denunce per associazione finalizzata al traffico, raddoppiate in un anno. L'aumento della disponibilità di eroina nel nostro Paese è accompagnato anche dall'aumento di giovanissimi che hanno provato a utilizzarla: gli studenti 15-19enni che hanno utilizzato eroina almeno una volta nella vita sono passati dall'1,1% del 2017 all'1,5%. Si osserva, inoltre, un incremento della prevalenza stimata degli utilizzatori ad alto rischio nella popolazione generale 15-64 anni con un tasso che, dal 2013 al 2017, passa da 4 a 6 soggetti ogni mille residenti. I DANNI ALLA SALUTE Fra le cronicità più diffuse tra gli utilizzatori di droghe ci sono le malattie infettive direttamente correlate al consumo di alcune sostanze. Sebbene i casi di epatite B e C mostrino un trend in costante diminuzione, così come quelli per HIV e AIDS, in generale, queste patologie continuano a rappresentare un importante rischio, soprattutto fra gli utilizzatori di sostanze per via iniettiva.I danni alla salute, sia cronici che acuti, potenzialmente correlati al consumo di sostanze stupefacenti possono essere aggravati da numerosi fattori, tra cui la composizione chimica della sostanza, le modalità di assunzione, la vulnerabilità psico-fisica individuale e il contesto sociale. Uno degli effetti cronici legati all'uso di sostanze è notoriamente la dipendenza, alla cui diffusione hanno dato risposta, assistendo oltre 133 mila soggetti, i 568 servizi pubblici per le dipendenze assieme alle 839 strutture socio-riabilitative censite sul territorio nazionale (delle 908 presenti).Servizi che assistono all'invecchiamento dell'utenza, che per la maggior parte chiede aiuto per problemi legati all'uso di eroina e cocaina. I ricoveri con diagnosi principale droga-correlata sono più numerosi tra i giovani, e in aumento anche tra i giovanissimi: più della metà delle diagnosi fa riferimento a sostanze miste o non conosciute.

  • Costanza Caracciolo è incinta: aspetta un secondo figlio da Vieri
    Notizie
    notizie.it

    Costanza Caracciolo è incinta: aspetta un secondo figlio da Vieri

    Un altro fiocco rosa per Bobo Vieri e Costanza Caracciolo: l'annuncio della coppia.

  • Alessia Marcuzzi incinta: aspetta il terzo figlio?
    Notizie
    Style 24

    Alessia Marcuzzi incinta: aspetta il terzo figlio?

    Alessia Marcuzzi mostra un pancino sospetto durante un dietro le quinte de Le Iene: a Mattino 5 si ipotizza una gravidanza

  • Oltre 50 orsi polari scendono in un villaggio russo, gli abitanti li sfamano
    Notizie
    AGI

    Oltre 50 orsi polari scendono in un villaggio russo, gli abitanti li sfamano

    Evidentemente spinti dalla fame, cinquantesei orsi polari si sono spinti fino ai bordi di un villaggio abitato, nell'estremo settentrione russo, e sono stati sfamati dagli abitanti locali. Il branco di orsi polari è arrivato a Ryrkaypiy, nella regione autonoma della Chukotka, perché il ghiaccio sulla superficie marina è troppo sottile per consentire loro di spingersi a caccia. E allora gli abitanti si sono decisi ad aiutarli: hanno disposto alla periferia del centro abitato carcasse di trichechi in modo che i bianchi plantigradi possano sfamarsi.Non tutto funziona come dovrebbe, in realtà, almeno a sentire una delle responsabili di un'organizzazione ambientalista locale: i maschi più forti allontanano le femmine e i piccoli dal cibo, ha spiegato Tatiana Minenko all'agenzia Ria Novosti. Gli esemplari sono 56, ha raccontato, "ci sono tanto adulti che piccoli.... femmine con i cuccioli di diversa eta'", tutti comunque piuttosto smagriti. Il branco è insediato solitamente a Cape Schmidt, ad appena un paio di chilometri da Ryrkaypiy."Se il ghiaccio fosse stato abbastanza solido gli orsi, o almeno alcuni di loro, sarebbero già scesi in acqua, per cacciare le foche o la lepre marina (un mollusco; ndr)", ha aggiunto Mickail Stishov (Wwf). Adesso si spera che il clima faccia la sua parte: secondo i servizi meteorologici, interpellati da Ria Novosti, a partire da sabato dovrebbero calare le temperature e dunque, a partire dall'11 dicembre, formarsi uno strato di ghiaccio solido a sufficienza perché gli orsi vi si possano avventurare.