• Uk, 29enne muore dopo essersi ubriacata di rum e cola
    Notizie
    notizie.it

    Uk, 29enne muore dopo essersi ubriacata di rum e cola

    Una madre di 29 anni residente nella zona di Manchester ma di origine polacca, è morta dopo una essersi ubriacata col marito di rum e cola.

  • WhatsApp, non sarà più possibile fare screenshot alle chat
    Notizie
    notizie.it

    WhatsApp, non sarà più possibile fare screenshot alle chat

    L'attivazione dell’autenticazione tramite impronta digitale o riconoscimento del volto impedirà di salvare gli screenshot delle conversazioni

  • Notre-Dame: “Non conoscevamo codice segreto per salvare le reliquie”
    Notizie
    notizie.it

    Notre-Dame: “Non conoscevamo codice segreto per salvare le reliquie”

    Durante l'incendio i vigili del fuoco non conoscevano il codice per aprire la cassaforte contenente la corona di spine.

  • Ilaria D'Amico e Gigi Buffon: lite in strada tra la coppia
    Notizie
    Style 24

    Ilaria D'Amico e Gigi Buffon: lite in strada tra la coppia

    Ilaria D'Amico e Gigi Buffon sono stati beccati dai paparazzi mentre litigano in strada. Per quale motivo il portiere ha perso la pazienza?

  • "Aveva rotto, ero stufo di lei". Un vicino di casa l'aggressore con l'acido
    Notizie
    AGI

    "Aveva rotto, ero stufo di lei". Un vicino di casa l'aggressore con l'acido

    Ai carabinieri che sono andati a prenderlo a casa ha candidamente dichiarato: "Aveva rotto, ero stufo di lei. Basta, era ora". Così il 65enne che ieri pomeriggio ha ferito una vicina di casa dopo una lite gettandole dell'acido addosso a Buccinasco, alle porte sud di Milano. L'uomo, divorziato, disoccupato e con precedenti per sequestro di persona e spaccio, è stato arrestato per aggressione aggravata dai futili motivi, lesioni e maltrattamenti di animali, e ha ammesso le sue colpe non solo davanti ai militari che lo hanno preso, ma anche davanti al giudice della direttissima questa mattina, raccontando le sue ragioni.Addosso alla 79enne del piano di sopra ha versato l'intera bottiglia di acido muriatico che aveva in casa. Dopo il gesto è tornato nel suo appartamento e quando ha visto i carabinieri ha consegnato lui stesso la bottiglia incriminata, con un atteggiamento quasi "orgoglioso" per quello che aveva fatto.Stando alla ricostruzione, da anni i rapporti tra i due vicini si erano deteriorati: al centro del contendere il fatto che la 79enne, abitante del piano superiore, stendeva i tappeti sul davanzale, dai quali poi cadevano i peli dei suoi due cani sul balcone dell'appartamento sottostante. Il vicino l'aveva più volte richiamata, facendo anche degli esposti formali, fino a perdere il controllo ieri intorno alle 16.30.Dopo essere salito e aver bussato alla porta, vedendosi aprire, ha lanciato il liquido in viso alla signora, cercando di colpire anche i due cani. Lei stessa è riuscita a portarsi le mani al volto e ad evitare escoriazioni più profonde, chiamando poi i soccorsi. Arrivati sul posto i sanitari del 118 le hanno effettuato dei lavaggi e poi l'hanno portata al San Paolo, dove sarà dimessa domani con una prognosi di 10 giorni per lesioni alla cornea dell'occhio sinistro. I cani sono stati invece affidati ai figli della vittima. Il 65enne è stato portato a San Vittore.

  • Ciao Darwin, nella sesta puntata Madre Natura è Sara Croce
    Notizie
    notizie.it

    Ciao Darwin, nella sesta puntata Madre Natura è Sara Croce

    Bionda, alta e bellissima: Sara Croce ha stupito e conquistato tutti i telespettatori di Canale 5.

  • Storia di Lara, bloccata a Lanzarote
    Notizie
    Adnkronos

    Storia di Lara, bloccata a Lanzarote

    Da tre anni è bloccata nell'isola spagnola di Lanzarote per una vicenda giudiziaria che la vede accusata di omicidio colposo: Lara è una ragazza italiana di 30 anni, anoressica, con un urgente bisogno di cure. A denunciare il caso all'Adnkronos è 'Prigionieri del Silenzio': la onlus, impegnata per la tutela dei diritti dei connazionali detenuti all'estero e il sostegno alle loro famiglie, si sta occupando della vicenda che ha risucchiato la 30enne nel 2016 e si sta battendo per farla tornare in Italia in modo che possa curarsi. A fine 2015, insieme all'allora fidanzato, Lara si trasferisce a Lanzarote con il sogno di una vita diversa. Fino alla sera del 2016 in cui, all'uscita da un locale, la coppia ha in auto un incidente stradale in cui muoiono due pedoni. Lara si assume la responsabilità. Le vengono tolti i documenti validi per l'espatrio. In seguito dirà che in realtà non era lei alla guida, ma che si è assunta la colpa perché il fidanzato non aveva la patente. Ritratta, ma non serve. Come non servono le successive ammissioni del fidanzato. Lara si ritrova sola in un tunnel del quale ancora non si vede via di uscita: in attesa della fine della vicenda giudiziaria, non può lasciare Lanzarote dove resta sola con la sua malattia, che preoccupa sempre più la sua famiglia.  "Mia figlia ha grossi problemi psico-fisici legati a una forma di anoressia, è fortemente instabile e ha sbalzi umorali e mentali micidiali - racconta il papà della 30enne - Dopo oltre tre anni è bloccata lì, senza documenti e senza la possibilità di lavorare, senza cure mediche, con problemi economici. In passato ha tentato il suicidio, è ridotta una straccio, non si può trattare così un essere umano. Vogliamo che venga fatta tornare in Italia, vogliamo curarla".  Il padre è stato quattro mesi lì, fino a febbraio scorso, proprio per darle una mano: "Ma non è facile, ci sono momenti in cui si lascia aiutare, altri no. Qui si tratta di una questione di sopravvivenza fisica, psicologica, mentale ed economica", continua.  "L'ambasciata sta lavorando, Lara è assistita dai servizi sociali, ma non basta, ha bisogno di assistenza h24", afferma l'avvocato Francesca Carnicelli, legale di 'Prigionieri del Silenzio' che ha accettato di occuparsi del caso di Lara in pro bono. "Lo Stato italiano intervenga affinché questa ragazza possa rimpatriare per motivi umanitari", sottolinea. "Noi chiediamo venga data la possibilità a questa ragazza di rientrare in Italia per curarsi perché ha bisogno di aiuto - aggiunge l'avvocato Carnicelli - Esiste un meccanismo per cui si può espiare la propria pena anche in un'altra nazione, stiamo parlando di Europa".  Il legale spiega di avere difficoltà anche a capire il reale andamento del processo. "Il suo legale spagnolo, un difensore di ufficio, non vuole avere contatti con me, neanche con l'autorizzazione di Lara - riferisce l'avvocato Carnicelli- L'incidente stradale è avvenuto nel 2016, lei si è assunta la responsabilità di essere al volante, salvo ritrattare e anche lo stesso fidanzato poi si è assunto la responsabilità. Ma per lo Stato spagnolo chi ha commesso il reato è lei ed è stata rinviata lei a giudizio". Per assurdo "se avesse patteggiato sarebbe in Italia da un pezzo: è una persona che sta male, tenta di far valere i suoi diritti, ma si trova vincolata lì come se fosse la delinquente peggiore del mondo". Quello di Lara è solo uno dei tanti drammatici casi che si ritrovano a vivere nostri connazionali nel mondo, come racconta la presidente di 'Prigionieri del Silenzio' Katia Anedda nel suo libro ‘Prigionieri dimenticati - Italiani detenuti all’estero tra anomalie e diritti negati’. Tra le tragiche storie riportate quella dell’ex compagno di Anedda, Carlo Parlanti, manager informatico che fu vittima di una vicenda giudiziaria in Usa e costretto a scontare 9 anni di carcere.  “Le ragioni che ci hanno indotto a dar vita all’associazione sono evidenti: spesso i detenuti italiani vengono sottoposti a condizioni di vita lesive dei più elementari diritti dell’uomo e assolutamente non compatibili con l’obiettivo della riabilitazione cui la pena deve essere finalizzata – sottolinea Anedda - Mancano inoltre idonei strumenti di assistenza, con la conseguenza che sovente i detenuti all’estero non ricevono neppure le cure mediche del caso, né un’appropriata difesa legale. L’Italia non prevede, in questi casi, l’istituto del gratuito patrocinio e anche gli aiuti che possono essere concessi dai Consolati italiani sono solo facoltativi. Tutto ciò causa condizioni di detenzione inique e una tutela legale debole o inesistente che comporta in taluni casi condanne ingiuste”.  "Apprendo oggi di Lara coinvolta in incidente automobilistico mortale nel 2016 che non può lasciare Lanzarote in attesa del processo. Farnesina fa la sua parte come in ogni caso di Italiano all'estero in difficoltà. Verificherò personalmente con @ItalyinSPA", l'ambasciata italiana a Madrid. Lo scrive in un tweet il sottosegretario agli Esteri Guglielmo Picchi.

  • Usa, 13 figli incatenati in casa: genitori condannati all'ergastolo
    Notizie
    notizie.it

    Usa, 13 figli incatenati in casa: genitori condannati all'ergastolo

    Una delle figlie è riuscita a liberarsi e a chiamare la polizia, svelando ciò che accadeva nella "casa degli orrori".

  • Addio a Massimo Marino, dalle TV romane al film con Verdone
    Notizie
    notizie.it

    Addio a Massimo Marino, dalle TV romane al film con Verdone

    Noto soprattutto per lo show "Viviroma" e per i suoi slogan, ha recitato in "Grande Grosso e Verdone" e si è impegnato in politica.

  • Muore a 35 anni per un tumore raro: il suo commovente necrologio
    Notizie
    notizie.it

    Muore a 35 anni per un tumore raro: il suo commovente necrologio

    "Non prendete le piccole cose troppo sul serio e vivete un po'. 35 anni possono non essere tanti, ma sono stati dannatamente belli".

  • Vibo Valentia, si suicida lanciandosi dal viadotto: morto un 30enne
    Notizie
    notizie.it

    Vibo Valentia, si suicida lanciandosi dal viadotto: morto un 30enne

    Un ragazzo di 30 anni si è lanciato dal viadotto dell'Autostrada A2 in provincia di Vibo Valentia, un volo nel vuoto che non gli ha lasciato scampo.

  • Non sa leggere il giuramento in italiano e il sindaco dice "no" alla cittadinanza
    Notizie
    HuffPost Italia

    Non sa leggere il giuramento in italiano e il sindaco dice "no" alla cittadinanza

    Non sa leggere l'italiano, il sindaco le nega la cittadinanza italiana (almenomomentaneamente)

  • Belluno, scoperto un B&B a luci rosse: denunciato titolare
    Notizie
    notizie.it

    Belluno, scoperto un B&B a luci rosse: denunciato titolare

    Giro di prostituzione sventato a Belluno. Una delle escort: "Mi servivano soldi, mia figlia si sposa".

  • La strategia del logoramento. Ora M5s vuole colpire Salvini: "Chiarisca sull'assunzione del figlio di Arata"
    Notizie
    HuffPost Italia

    La strategia del logoramento. Ora M5s vuole colpire Salvini: "Chiarisca sull'assunzione del figlio di Arata"

    Benzina sul fuoco e il Movimento 5 Stelle soffia sull'incendio

  • Frasi shock sui figli, il Grande Fratello richiama Alberico Lemme
    Notizie
    notizie.it

    Frasi shock sui figli, il Grande Fratello richiama Alberico Lemme

    Al Grande Fratello 16 Alberico Lemme si sta comportando davvero male. Scioccata anche Barbara D'Urso: in arrivo l'espulsione?

  • Albano Carrisi e Loredana Lecciso si sposano?
    Notizie
    Style 24

    Albano Carrisi e Loredana Lecciso si sposano?

    Loredana Lecciso è tornata a vivere nella tenuta pugliese di Albano Carrisi e i ben informati parlano di possibile matrimonio a breve tra i due.

  • UeD: Valentina Dallari sente il suo ex corteggiatore Gianluca
    Notizie
    Style 24

    UeD: Valentina Dallari sente il suo ex corteggiatore Gianluca

    Valentina Dallari ha rilasciato un'intervista a Uomini e Donne Magazine, in cui ha parlato di alcuni dei suoi ex corteggiatori e di Andrea Melchiorre.

  • Sequestrate 100 mila uova pasquali pericolose importate dalla Cina
    Notizie
    AGI

    Sequestrate 100 mila uova pasquali pericolose importate dalla Cina

    Maxi sequestro di uova decorative ed altri gadget pasquali pericolosi importati direttamente dalla Cina. I finanzieri del comando provinciale di Cosenza hanno ispezionato diversi negozi cittadini e hanno sequestrato oltre centomila uova pasquali decorative destinate alla libera vendita, senza contenuti informativi e pericolose per i consumatori.Le fiamme gialle hanno svolto mirati interventi nelle società considerate a rischio che, nel periodo precedente a quello pasquale, si erano rifornite di ingenti quantitativi di merce sospetta. I primi esercizi commerciali sottoposti a controllo sono stati quelli che nel periodo festivo avevano registrato, più di altri, un anomalo incremento di clienti pronti ad effettuare acquisti di articoli da destinare alla decorazione degli ambienti domestici.Gli ulteriori accertamenti hanno permesso di scoprire prodotti non a norma, prevalentemente importati dalla Repubblica Popolare Cinese, quali uova decorative, giocattoli e gadget richiamanti i simboli della Pasqua posti in vendita in violazione delle prescrizioni indicate dal Codice del consumo a tutela del consumatore.Solo parte dei prodotti pasquali si trovavano in esposizione per la vendita sugli scaffali, ed erano mescolati con altri regolari, mentre la maggior parte della merce era occultata in magazzini, o locali ricavati nei negozi ed era pronta per far fronte alle ulteriori richieste dei clienti.Tutti gli articoli erano sprovvisti delle indicazioni riguardanti il paese d'origine, delle istruzioni ed avvertenze per l'uso e recavano etichette prive delle informazioni considerate obbligatorie dalla legge. Particolarmente pericolosi per la salute degli acquirenti, soprattutto per quelli più giovani, erano i giocattoli privi di qualsiasi informazione sulla fabbricazione e realizzati con materiali non conformi agli standard qualitativi previsti dalla normativa nazionale e comunitaria.Oltre al sequestro dei gadget pasquali sono stati segnalati due titolari di punti vendita, per i quali sono previste sanzioni fino a 25 mila euro, e per la confisca dei beni sequestrati.​

  • “La vera malattia è un'altra”, Bianca Guaccero assicura che sta bene
    Notizie
    notizie.it

    “La vera malattia è un'altra”, Bianca Guaccero assicura che sta bene

    Bianca Guaccero si lascia andare ad uno sfogo sui social dopo le voci trapelate su una sua presunta malattia: "E' una manipolazione di verità".

  • Alessandria, si schianta in moto e gli amici scappano: denunciati
    Notizie
    notizie.it

    Alessandria, si schianta in moto e gli amici scappano: denunciati

    Otto indagati per omissione di soccorso. I motociclisti non avrebbero infatti prestato aiuto al 65enne coinvolto in un incidente lasciandolo morire.

  • Nadia Toffa sui social: “Spero di non sconvolgere nessuno”
    Notizie
    notizie.it

    Nadia Toffa sui social: “Spero di non sconvolgere nessuno”

    Nadia Toffa non perde il sorriso nemmeno quando "impresentabile". "De gustibus", aggiunge, non parlando però stavolta del suo aspetto fisico.

  • "In cattedra non si semina odio", ministro manda ispezione
    Notizie
    Adnkronos

    "In cattedra non si semina odio", ministro manda ispezione

    Il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti ha sollecitato una relazione e un'ispezione a seguito del caso suscitato da alcuni post su Facebook di un professore di un istituto alberghiero di Venezia. "Insegnare è un lavoro bellissimo, una missione da vivere tutti i giorni dando il meglio di sé per educare i nostri giovani. Sono orgoglioso del quotidiano lavoro svolto da centinaia di migliaia di docenti di ruolo e precari nelle scuole italiane. Ma se qualcuno sale in cattedra per seminare odio e falsità evidentemente non si trova nel posto giusto. E va allontanato dalla scuola. Un concorso vinto non dà il lasciapassare per delirare e offendere", scrive il ministro sulla sua pagina facebook.  "Leggo sugli organi di stampa di atteggiamenti e dichiarazioni inqualificabili da parte di un insegnante in Veneto che, se confermati, rappresenterebbero un fatto gravissimo, un comportamento generale non conciliabile con il ruolo di docente. Non è possibile che un insegnante si esprima in questi termini - sottolinea Bussetti -. Per questo ho sollecitato una relazione e un’ispezione: voglio verificare cosa sia realmente accaduto".  "Una volta accertati i fatti, assumeremo tutte le iniziative e le misure, anche sanzionatorie, necessarie a tutelare gli alunni e tutti i docenti che ogni giorno, anche a costo di enormi sacrifici, permettono alla scuola italiana di svolgere il suo fondamentale ruolo per i nostri giovani", conclude il ministro.

  • Alfa Romeo 155, chi disprezza ama. O quasi
    Notizie
    motor1

    Alfa Romeo 155, chi disprezza ama. O quasi

    Amare forse è eccessivo, ma nonostante la cattiva fama (legata alla trazione anteriore) questa berlina riscuote un discreto successo

  • Carlo Calenda e l'apologia del ceffone ai figli: è bufera sui social
    Notizie
    AGI

    Carlo Calenda e l'apologia del ceffone ai figli: è bufera sui social

    Dalla felicità per "l'idealismo" di un ragazzo, all'apologia del ceffone - ma anche dei calci - come strumento pedagogico: i tweet di Carlo Calenda volevano forse essere ironici, ma l'effetto prodotto sugli utenti del social network sono stati di segno opposto. In molti, infatti, accusano il candidato pd alle prossime europee di sdoganare le violenze sui minori. Credo non sia accettabile non farlo. https://t.co/hkBghK9IRH — Carlo Calenda (@CarloCalenda) 20 aprile 2019 Andando con ordine. Calenda si dice felice per la scelta di suo figlio di partecipare al Friday for Future di ieri: "Mio figlio è andato alla manifestazione. A casa parliamo di ambiente e sviluppo. Lui sostiene scelte radicali io spiego la complessità di tali scelte. Felice del suo idealismo. Ma non facciamo i paternalisti rincorrendo Greta. Lasciamo ai giovani lo spazio per i loro ideali". Chiunque abbia 4 figli in età diverse ha bisogno di esteso e continuo sostegno psicologico. In particolare quando si trova a prendere lezioni da psicologi dilettanti. https://t.co/jnPu3Cq9cL — Carlo Calenda (@CarloCalenda) 20 aprile 2019 Un post a cui risponde l'ex direttore del Foglio, Giuliano Ferrara: "Picchialo! Buona Pasqua". Calenda retwitta e risponde: "Quello sempre. Di base. Almeno due volte al giorno. Buona Pasqua anche a te". Di qui le proteste: "Le mani non si dovrebbero mai usare, sui figli o su chiunque altro". E ora scusate ma devo andare a picchiare i figli, distruggere videogiochi e rubare uova di Pasqua alle signore anziane. Buona pasqua. — Carlo Calenda (@CarloCalenda) 20 aprile 2019 Calenda, però, non arretra: "Ogni tanto anche un bel calcione nel sedere funziona. Ma dà meno soddisfazione". A questo punto, un follower gli chiede se sia sicuro che prendere a calci un minore sia accettabile nel 2019 e Calenda, che a questo punto sembra abbandonare la vena ironica, risponde: "Credo non sia accettabile non farlo", poi aggiunge un suo personale vademecum: "Mai sberle a un bambino piccolo. Scapaccione simbolico come estrema ratio. Ceffone ben assestato a adolescente grosso e turbolento. Ma anche qui solo casi rari e estremi. Non farlo quando c'è necessità è una grave responsabilità".

  • Gf 2019: due concorrenti hanno avuto rapporti
    Notizie
    notizie.it

    Gf 2019: due concorrenti hanno avuto rapporti

    Scandalo al Gf 16. Mila Suarez e Gennaro Lillio avrebbero consumato e il video del rapporto sarebbe stato trasmesso.