È allerta rossa in Liguria e Piemonte per il maltempo

Si aggrava la situazione del maltempo sulle regioni del Nord. A preoccupare in particolare la situazione in Liguria e Piemonte dove è stata diramata l'allerta rossa. A Genova, dove dalla notte si sono registrati allagamenti e frane, il governatore Toti ha invitato i cittadini a "limitare gli spostamenti". Un cedimento del terreno si e' verificato nella zona del cantiere di ricostruzione del nuovo ponte e circa 120 persone sono rimaste isolate.

Altri smottamenti e case isolate sono stati segnalati in altri quartieri della città. Sulla regione, dove continua a piovere, è stata prolungata l'allerta rossa e sorvegliati speciali sono i corsi d'acqua. "Più della metà della regione, è sottoposta ad uno sforzo immane per almeno altre 24 ore", ha detto l'assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone, che ha avuto questa mattina un colloquio anche con il Capo dipartimento nazionale della Protezione civile, Borrelli.

La situazione di frane e evacuazioni che hanno finora interessato principalmente la città metropolitana di Genova, ora si estendono anche al Savonese, ha spiegato Giampedrone: "Ci sono frane e persone isolate anche in Valbormida. Un evacuato in via precauzionale a Quiliano, poi diverse provinciali del Savonese interrotte per smottamenti o cedimenti carreggiate". A rischio anche la partita Sampdoria-Udinese: la decisione definitiva si prenderà domani.

Situazione critica anche in Piemonte, in particolare nella zona dell'Alessandrino con molte strade provinciali chiuse al traffico per allagamenti. Secondo l'ultimo bollettino diramato dall'Arpa, è concreto il rischio di frane ed esondazioni, con molti corsi d'acqua che hanno già superato il livello di guardia. Per gestire l'emergenza, la Protezione civile sta impiegando 85 volontari del Corpo antincendi boschivi e 29 mezzi.

Nelle prossime ore sono attese ancora piogge intense e diffuse su tutta la regione, in particolare sull'Astigiano, sull'Alessandrino e Cuneese orientale ma un incremento delle precipitazioni e' attesa anche nel Verbano, nell'alto Novarese, Vercellese e Torinese. Monitorati i livelli dei corsi d'acqua di cui si attendono "aumenti repentini". Aperta dalla mezzanotte scorsa la sala della protezione civile regionale piemontese.