È morta Mariam, la baby dugongo che abbracciò i soccorritori

È morta Mariam, la baby dugongo che abbracciò i soccorritori

Mariam viveva nel Parco Marino della Provincia di Trang, in Thailandia. L’esemplare sarebbe stata uccisa da un’infezione derivante daifiuti di plastica trovati all’interno del suo stomaco. La piccola dugongo era diventata celebre per una foto in cui abbracciava i suoi soccorritori.

È morta Mariam

La piccola Mariam morta per un’infezione aggravata procuratasi ingerendo dei rifiuti di plastica. La giovane dugongo Mariam, era considerata una vera e propria celebrità in tutta la Thailandia. Famosissimo lo scatto che la ritrae in maniera davvero dolce mentre era intenta ad abbracciare i suoi soccorritori.

Mariam è morta dopo essere andata in shock. Inutili gli sforzi per tentare di rianimarla. Il responsabile del parco marino della provincia di Trang, Chaiyapruk Werawong ha commentato così la tragica perdita: “E’ morta per un’infezione sanguigna e per pus nello stomaco”. Tra i pezzi di plastica ritrovati all’interno del suo intestino, uno misurava addirittura 20 centimetri.

Le parole della veterinaria

Nantarika Chansue, ha espresso la sua opinione sulla morte del piccolo esemplare: “Abbiamo potuto curare in parte un’infezione respiratoria ma non l’ostruzione di immondizia in plastica.Ci ha insegnato come amare, poi se n’è andata chiedendoci per favore di dire a tutti di prenderci cura e conservare la sua specie“.

L’esemplare di dugongo era stata ritrovata sulla spiaggia di Krabi, in Thailandia. Sul corpo al momento del salvataggio aveva sei tagli e abrasioni su tutta la schiena. Il nome Mariam nella lingua locale significa “signora del mare”. Quando è stata salvata Mariam aveva solo cinque mesi ed è stata trovata senza la madre.