È morto a 54 anni Manuel Frattini, divo del musical: malore prima di andare in scena

HuffPost

È morto improvvisamente ieri sera a Milano Manuel Frattini, danzatore, cantante e attore teatrale, il divo italiano del musical. Frattini ha avuto un malore che gli ha provocato un arresto cardiaco irreversibile, nonostante i soccorsi tempestivi dei presenti e del personale medico chiamato immediatamente. L’artista si trovava a Milano per fare quello che più amava nella vita, il musical: aveva voluto essere presente, insieme ad altri performer, ad una serata di beneficenza. Era felice e circondato da tutti gli amici e colleghi più cari.

 Dopo aver mosso i primi passi come primo ballerino e coreografo in numerose produzioni Rai e Mediaset, Manuel inizia a farsi notare nel 1991, quando viene chiamato dalla Compagnia della Rancia, diretta da Saverio Marconi, per interpretare il ruolo di Mike Costa nel musical ‘A Chorus Line’. Nella stagione 1996/1997 ricopre il ruolo di Cosmo Brown in ‘Cantando sotto la pioggia’. La consacrazione arriva nella stagione 1998/1999 con il musical ‘Sette spose per sette fratelli’, nel quale interpreta, al fianco di Raffaele Paganini e Tosca, il ruolo di Gedeone.

Le stagioni 1999/2000 e 2000/2001 lo vedono dividere il palcoscenico con Christian De Sica, Lorenza Mario, Monica Scattini e Paolo Conticini nel fortunato ‘Tributo a George Gershwin - Un Americano a Parigi’, con la regia e le coreografie di Franco Miseria.

Contemporaneamente realizza un piccolo sogno: debuttare come protagonista assoluto in un musical inedito, ‘Musical, Maestro!’, coreografato e diretto da Fabrizio Angelini e ideato da lui stesso in collaborazione con Angelini e Giovanni Maria Lori.

Continua a leggere su HuffPost