È morto a 74 anni Ray Tomlinson, l’inventore dell’email

Yahoo Notizie International

Washington (AFP) - Ray Tomlinson, il programmatore statunitense a cui si deve l’invenzione dell’email negli anni ’70, nonché la scelta di usare il simbolo della chiocciola “@”, è morto a 74 anni: lo ha comunicato l’azienda per cui lavorava.

Tomlinson ha inventato i messaggi elettronici diretti nel 1971. Prima della sua invenzione, gli utenti potevano scrivere messaggi ad altri solo tramite una rete limitata.

Il programmatore statunitense Ray Tomlinson, qui in una foto del 2009, ha inventato lo standard user@host per gli indirizzi email (Foto AFP/Miguel Riopa)

“Un vero pioniere della tecnologia, Ray è stato l’uomo che ha ci ha portato la posta elettronica agli albori dei computer in rete,” ha dichiarato l’azienda per cui Tomlinson lavorava, il colosso dell’elettronica e del settore della difesa Raytheon.

“Il suo lavoro ha cambiato il modo in cui il mondo comunica eppure, nonostante tutti i suoi risultati, Ray è rimasto umile, gentile e generoso del suo tempo e del suo talento. Mancherà a tutti.”

Un portavoce dell’azienda ha dichiarato che Tomlinson è morto sabato; la causa della morte non è ancora stata confermata.

Il mondo dell’informatica lo ha tributato con numerosi messaggi.

“Grazie, Ray Tomlinson, per aver inventato l’email e per aver introdotto il segno @. #RIP,” ha twittato il team di Gmail.

Vint Cerf, che fu coordinatore del progetto DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency) della Difesa statunitense, e considerato uno dei padri di Internet, ha pinato la scomparsa di Tomlinson: “una notizia molto triste”.

Quando Tomlinson inventò lo standard “user@host” per gli indirizzi di posta elettronica, questo modello fu applicato ad ARPANET, la rete governativa di computer considerata l’antenata di Internet.

Fu lui il primo a usare il simbolo @ in questo modo, per distinguere lo username dal suo host.

A quei tempi i personal computer erano praticamente sconosciuti, e l’uso dell’email personale – oggi una chiave di volta della comunicazione elettronica – si sarebbe diffuso su una scala di massa solo negli anni ‘90.

- Il primo messaggio fu : ‘QWERTYUIOP’? -

Tomlinson, diplomatosi all’Istituto Politecnico Rensselaer e al MIT (Massachusetts Institute of Technology), ha raccontato sul suo blog la sua creazione, per far sì che non si creassero leggende.

“Il primo messaggio fu mandato tra due apparecchi che si trovavano letteralmente l’uno a fianco dell’altro” connessi solo tramite ARPANET, ha scritto Tomlinson.

“Ho mandato una serie di messaggi di prova a me stesso da una macchina all’altra. I messaggi di prova erano completamente dimenticabili e perciò li ho dimenticati.

"Molto probabilmente il primo messaggio fu QWERTYUIOP o qualcosa del genere,” ha aggiunto, riferendosi alla prima riga di lettere che si trovano tipicamente sulla tastiera inglese.

“Quando fui soddisfatto del funzionamento del programma, mandai un messaggio al resto del mio gruppo per spiegare come mandare messaggi attraverso la rete. La prima volta che veniva usata la posta elettronica in rete è stato per annunciare la propria esistenza.”

L’organizzazione internazionale no-profit Internet Society, che promuove la conoscenza e lo sviluppo degli standard e delle regole relative a Internet, ha affermato che la comunità di Internet “ha perso uno dei suoi veri innovatori e pionieri.”

Tomlinson era stato introdotto nella Internet Hall of Fame dell’organizzazione nel 2012, nella categoria “innovatori”.

Secondo la sua biografia della Hall of Fame, il programma di email di Tomlinson fu ampiamente distribuito per anni, “e provò di essere una soluzione eccezionalmente innovativa.”

Tomlinson ha anche giocato un ruolo chiave nello sviluppo dei primi standard per la posta elettronica.

“Vedo l’email usata estesamente proprio nel modo in cui l’avevo immaginato,” Tomlinson aveva dichiarato alla rivista online di tecnologia The Verge, nel maggio 2012.

“Tutti la usano in modo diverso, ma la usano in un modo che per loro funziona,” ha dichiarato.

AFP