È morto Bernard Tapie, poliedrico uomo politico e d'affari

·1 minuto per la lettura

E' morto dopo una lunga malattia, a 78 anni, Bernard Tapie, ex ministro francese, uomo d'affari, presidente dell'Olympique Marsiglia. Lo si apprende dai media francesi. La notizia della morte di Tapie è stata confermata dalla famiglia al gruppo editoriale di cui l'uomo d'affari era maggior azionista, al quale appartiene il quotidiano di Marsiglia, La Provence.

Fra i primi messaggi della classe politica, quello del primo ministro Jean Castex, che si è "inchinato" alla memoria di Tapie, un "combattente", "uomo molto impegnato". "La prima immagine che mi viene in mente - ha detto Castex ai giornalisti a margine di una riunione del partito presidenziale La République en Marche ad Avignone, nel sud - è quella del combattente, per le sue idee, le sue convinzioni. E' sempre stato molto impegnato contro l'estrema destra, ma soprattutto per alcune cause, per la sua squadra di calcio, la sua città, anche la sua impresa. Insomma un uomo molto impegnato, che ha dato tutto e credo che questo lo si sia visto anche contro la malattia. Ha lottato colpo su colpo, da combattente come è sempre stato. Mi inchino alla sua memoria".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli