È morto Giorgio Squinzi, patron di Mapei e presidente del Sassuolo

Dopo una lunga malattia è morto, a 76 anni, Giorgio Squinzi. Ex Presidente di Confindustria, dal 2012 al 2016, era anche amministratore unico di Mapei, azienda fondata dal padre nel 1937 e presidente, dal 2002, del Sassuolo Calcio.

Squinzi, nato a Cisano Bergamasco, si era laureato in Chimica Industriale all'Università Statale di Milano e aveva ricevuto, nel 2002, la laurea ad honorem in Ingegneria Chimica dal Politecnico del capoluogo lombardo.

Nel suo curriculum trovano spazio anche altri incarichi prestigiosi. Squinzi è stato, infatti, vicepresidente degli industriali con delega alla ricerca e all'innovazione, carica ricoperta prima dell'elezione come Presidente di Confindustria; presidente della Federazione Nazionale dell'Industria Chimica; vicepresidente della Confederazione delle Industrie Chimiche Europee e vice-presidente di Assolombarda. 

La sua vita è stata caratterizzata anche da una grande passione per lo sport. Quella per il ciclismo, ereditata dal padre, lo ha portato a sponsorizzare per dieci anni una delle piu' importanti squadre professionistiche, la Mapei Quick Step. Quella per il calcio, oltre al tifo per il Milan, lo ha spinto ad acquisire il Sassuolo Calcio portato, per la prima volta nella sua storia, dalla C2 alla Serie A.