È morto Remo Bodei, filosofo e professore universitario

morto Remo Bodei

È morto uno dei grandi maestri della scuola filosofica italiana, Remo Bodei, accademico e filosofo di fama mondiale. Bodei è stato professore di filosofia alla University of California a Los Angeles e alla Scuola Normale Superiore di Pisa, tra le più importanti università a livello internazionale. Bodei, nato a Cagliari il 3 agosto del 1938, si è spento all’età di 81 anni nella sua casa a Pisa.

Morto Remo Bodei, creatore del Festivalfilosofia

Bodei da alcuni mesi era stato costretto a ritirarsi a vita privata a causa di un improvviso malore. Malessere che l’aveva spinto a rinunciare al Festivalfilosofia di Modena, Carpi e Sassuolo di cui era il creatore e presidente del Comitato scientifico. Il filosofo aveva infatti partecipato a tutte le 18 edizioni, dal 2001 al 2018. L’edizione del 2019 ha dovuto invece fare a meno delle sue preziose lezioni a causa delle precarie condizioni di salute di Bodei.

Il Festival era diventato un appuntamento importantissimo per il filosofo. Rappresentava infatti un momento di incontro tra pensatori, professori e filosofi al di fuori delle aule universitarie. Bodei, oltre a essere tra i massimi esponenti dell’idealismo tedesco classico, ha trattato temi come il pensiero utopico e le forme di temporalità nel mondo moderno. Il suo ultimo libro, pubblicato a settembre del 2019, si intitola Dominio e sottomissione. Schiavi, animali, macchine, intelligenza artificiale.

Così dopo la morte del pensatore e scrittore Luciano De Crescenzo, quest’anno il mondo della cultura e della filosofia ha dovuto dire addio a un altro prezioso e insostituibile esponente.