È morto Roberto Gervaso

AGI - È morto Roberto Gervaso, scrittore e giornalista di successo. Aveva 82 anni. Il decesso in ospedale a Milano. Quella di Gervaso è stata una figura molto nota - anche per il suo papillon e per gli aforismi - al pubblico televisivo. Celebre era stata la sua collaborazione con Indro Montanelli per i 22 volumi della "Storia d'Italia". Negli ultimi anni aveva tenuto una rubrica per il 'Messaggero', nella quale aveva affrontato con la sua consueta ironia la vecchiaia e l'avvicinarsi della morte.

L'Italia perde con Roberto Gervaso "un grande giornalista, un uomo pieno di ironia. I suoi scritti con Indro Montanelli sono stati di insegnamento per tutti noi giovani redattori di allora. Riposa in pace, Roberto. Un abbraccio alla famiglia". Così Antonio Tajani. "La morte di Roberto Gervaso priva l'Italia di una autentica fonte di cultura,sapere e intelligenza. Aver avuto l'amicizia di Roberto e' stato un privilegio". È stato invece questo il commento a caldo del senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri.

Aggiunge Gasparri: "È stato protagonista del giornalismo, della vita culturale, divulgatore di storia e di conoscenza, con una capacita' impareggiabile. Tante le opere letterarie e di saggistica uscite dalla sua penna, narratore della storia italiana, conoscitore di ogni fatto e di ogni vicenda. Giornalista e comunicatore televisivo pungente e colto. Lo piangiamo con grande dolore e lo consideriamo uno degli ultimi epigoni di quella grande cultura letteraria e giornalistica del Novecento italiano. Parlando di Roberto Gervaso la mente va ai grandi protagonisti della vita culturale italiana. Roberto ha saputo attraversare il tempo e proseguire la sua attività di scrittore e di giornalista fino all'ultima fase della sua vita. Con lui se ne va un gigante del giornalismo e della letteratura italiana contemporanea".