È stata sequestrata la pista in Val Senales dove sono morte una donna e 2 bambine

La Procura della Repubblica di Bolzano ha sequestrato la pista da sci della Val Senales in Alto Adige dove sabato scorso una valanga di grandi dimensioni ha ucciso una donna di 35 anni (ufficiale dell'esercito tedesco), sua figlia di 7 e un'altra bambina sempre di 7 anni, e ferito due persone, il padre e il fratello di una delle due bambine.

La Procura probabilmente giaà nella giornata odierna nominerà un perito. L'autorità giudiziaria, che nelle indagini è coordinata dal pubblico ministero Guenther Morandell, nel corso del sopralluogo sul luogo della tragedia - il tratto di pista che dalla 'Forcella dei contrabbandieri' conduce a fondovalle - ha già effettuato accertamenti anche fotografici. L'indagine cercherà di stabilire se la slavina sia stata provocata da terzi - per esempio, uno o più scialpinisti che si trovavano sopra - oppure si è staccata spontaneamente dalla montagna. Sono state chiuse anche le vicine piste 'Teufelsegg' e 'Hintereis'. Al momento della tragedia in quella zona soffiava un forte vento: per il gestore degli impianti la valutazione di tenere aperta la pista sarebbe stata corretta.