È stato ritrovato il cadavere di un ragazzo morto dopo una carica della polizia in Francia

andrea nobili

Il corpo di un giovane francese di 24 anni, Steve Maia Canico, è stato ritrovato, in avanzato stato di decomposizione, nella Loira un mese dopo la scomparsa. Del ragazzo si erano perse le tracce dopo che alla Festa della Musica la polizia aveva compiuto una carica, molto controversa. Il ritrovamento del corpo mette sotto pressione il governo, chiamato a rispondere in Parlamento. Dopo i fatti della notte fra il 21 e il 22 luglio, sui muri di Nantes e dei dintorni erano comparse scritte in cui si chiedeva "Dov'è Steve?"

L'autopsia ha permesso, secondo una fonte giudiziaria, di identificare Steve Maia Canico, un animatore di 24 anni, che non aveva più dato segni di sé dopo essere stato con un amico a un concerto techno concluso con il controverso intervento della polizia sulla riva del fiume. Diversi spettatori avevano raccontato di essere rimasti accecati dai lacrimogeni e alcuni erano caduti nel fiume. Quattordici persone erano state messe in salvo dai soccorritori nel corso della notte. Ma Steve Maia Canico, secondo i familiari, non sapeva nuotare. Alla denuncia della scomparsa di Steve, il 23 giugno, la magistratura aveva avviato un'inchiesta contro ignoti per omicidio involontario.

Restano zone d'ombra sull'intervento degli agenti intorno alle 3 della notte e sono in corso alcune inchieste, fra cui quella dell'Igpn, la 'polizia della polizia' in Francia, le cui conclusioni saranno rese note dal ministro dell'interno Christophe Castaner.

Oggi, il premier Edouard Philippe ha dichiarato che il rapporto non ha stabilito "un collegamento tra l'intervento delle forze di polizia e la scomparsa di Steve Maia Canico" e che sarà condotta una nuova ispezione. Ma la polemica monta e il deputato della sinistra radicale Eric Coquerel ha rinnovato la richiesta di una commissione parlamentare d'inchiesta.





"L'Igpn non risolverà gli interrogativi. Non sta alla polizia indagare sulla polizia", ha detto sul canale BFMTV. Numerosi politici in Francia hanno reagito, come Yannick Jadot, un deputato dei Verdi che ha chiesto che "la verità e la giustizia prevalgano".

Il sindaco socialista di Nantes, Johanna Rolland, ha chiesto che "sia fatta piena luce rapidamente". Per il movimento a sinistra Ensemble! 44, "Steve è morto a causa dell'azione insensata della polizia contro i giovani che stanno finendo il festival musicale". Il corpo ritrovato lunedì, "in uno stato di decomposizione avanzata", è stato avvistato a circa un chilometro da Wilson Wharf a Nantes, dove si era tenuto il concerto techno.