È un inverno anomalo: non piove più e fa caldo

Abbiamo appena superato la metà di gennaio e l'inverno stenta a manifestarsi sul nostro Paese. A parte qualche nevicata, anche generosa, sulle Alpi, è da più di un mese che le precipitazioni sono praticamente assenti su gran parte d'Italia. Tutta colpa dell'anticiclone che sembra aver messo radici sul Mediterraneo centrale, addirittura con valori massimi di pressione da record (1043 in italia, 1050 in Europa), mai raggiunti da oltre 60 anni.

Le temperature rispecchiano questa situazione salendo sopra le medie del periodo e così anche la natura si adegua. Su molte zone del Nord sui prati sono già spuntate le margherite. Secondo iLMeteo.it, a parte qualche pioggia in arrivo nel weekend, sarà sempre l'alta pressione a essere protagonista.

Fino a venerì il sole sarà prevalente e le temperature saliranno fino a sfiorare i 18 gradi al Sud (casertano, palermitano, cagliaritano), 15 al Centro (Roma) e 12 al Nord (sia sulle valli alpine sia su alcune zone della pianura). Si prevede un cambiamento di questa situazione nel prossimo weekend quando una perturbazione bagnerà soprattutto le regioni centrali, localmente il Nord (Liguria, Emilia Romagna) e qualche settore del Sud (casertano e leccese su tutti).

Torneranno le nebbie, non solo sulla Pianura Padana, ma anche su molte regioni del Centro, sulla Sardegna e sulle zone interne della Sicilia. Dalla settimana prossima, come se non bastasse, ritornerà più forte che mai l'alta pressione con altri giorni di stabilità atmosferica.