"È una minaccia alla sicurezza informatica". La Marina americana vieta TikTok

La Marina degli Stati Uniti ha bandito TikTok, una delle app cinesi più in voga tra gli adolescenti ma non solo, dai dispositivi mobili rilasciati dal governo. Il motivo, come scrive il Guardian, risiede nel fatto che la nota piattaforma di video brevi “rappresenta una minaccia alla sicurezza informatica”.

La misura è stata diffusa tramite un bollettino della Marina ed è comparsa su una pagina Facebook di servizio utilizzata dai militari statunitensi. Il corpo militare non ha descritto in dettaglio i pericoli che presenta l'app ma il portavoce del Pentagono, il tenente colonnello Uriah Orland, ha dichiarato che la decisione rientra nello sforzo per "affrontare le minacce esistenti ed emergenti".

Un portavoce della Marina ha poi precisato che negli smartphone rilasciati dal governo è possibile installare alcune app di piattaforme social, soprattutto quelle più note e usate ma che, di volta in volta, alcune di queste possono essere vietate ed escluse.

TikTok, di proprietà della cinese ByteDance, solo nel 2018, è stata scaricata circa un miliardo di volte, secondo il sito di analisi Sensor Tower, che però precisa che nell'analisi non possono essere considerati gli utenti cinesi, che non è in grado di mappare. L'app, nelle ultime settimane, è entrata nel mirino del governo statunitense per verificare se rappresenta un pericolo per i dati dei cittadini Usa.