1* maggio: Belisario, festeggeremo lavoro quando torneremo a votare

(ASCA) - Roma, 30 apr - ''Probabilmente saremo costretti a

rinviare i festeggiamenti per la festa del lavoro al momento

in cui riusciremo a mandare a casa il governo consentendo ai

cittadini di tornare al voto''. Lo afferma il presidente dei

senatori dell'Italia dei Valori, Felice Belisario.

''Anni di politiche recessive e contrarie agli interessi

dei lavoratori (e quindi del Paese) peggiorano la situazione

di mese in mese. E ogni volta che vengono diramati dati nuovi

vengono battuti i precedenti record negativi tra

disoccupazione e inoccupazione. La situazione e' ormai

insostenibile e la tensione sociale ha raggiunto livelli

altissimi. Anche gli ultimi dati, quelli dell'agenzia delle

Nazioni Unite, sono in linea con i principali indicatori

nazionali. Il 50 per cento dei giovani e delle donne del sud

non ha lavoro e ci sono quasi quattro milioni di disoccupati

al netto dei cassintegrati. La riforma del governo servira'

solo a peggiorare le cose. La modifica dell'articolo 18

portera' a una maggiore liberta' di licenziamento e

all'aumento del precariato, conseguenza di una politica miope

che guarda solo agli interessi dei mercati e non a quelli

delle singole persone e delle loro famiglie. In questa ottica

- conclude Belisario - domani avremo davvero poco da

festeggiare, sara' un primo maggio mesto, il peggiore degli

ultimi anni''.

Ricerca

Le notizie del giorno