In 10 anni la popolazione della Cina è aumentata del 5%, è il tasso più basso di sempre

·1 minuto per la lettura

AGI - La popolazione cinese è salita a quota 1,411 miliardi di persone nel 2020, con il tasso di crescita più lento mai registrato. Lo rivelano i dati del settimo censimento nazionale, presentati dall'Ufficio nazionale di statistica, che confermano la Cina come il primo Paese al mondo per popolazione, nonostante l'aumento sia stato "lieve" - come lo ha definito il direttore, Ning Jizhe - per un totale di 72,06 milioni di persone in più rispetto al censimento del 2010, e una crescita del 5,38%.

La crescita media annua della popolazione cinese è stata dello 0,53% nel decennio coperto dal censimento, in calo rispetto allo 0,57% registrato nei primi dieci anni del ventunesimo secolo, al tasso di crescita più basso da quando la Cina ha iniziato la raccolta di dati per il censimento nel 1953.

Nel 2016 era stato fissato l'obiettivo di raggiungere una popolazione di 1,42 miliardi di persone alla fine dello scorso anno, il primo dopo la fine della pluridecennale politica del figlio unico, la cui abrogazione non ha, pero', avuto come risultato quello di aumentare le nascite. Secondo i dati presentati oggi, nel 2020 sono nati 12 milioni di bambini, in calo del 22% rispetto alle 14,65 milioni di nascite registrate nel 2019, proseguendo per il quarto anno consecutivo nel trend di diminuzione. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli