100 anni di Cagliari #41: Antonio Langella, l'Arrogu Tottu rossoblù

Marco Deiana
·5 minuto per la lettura

​ Chent'annos. Cento anni di ​Cagliari e cento racconti sul club rossoblù. I calciatori, allenatori, dirigenti e presidenti ma anche eventi e curiosità che hanno fatto la storia della società isolana. Un viaggio nel cuore della squadra che rappresenta un'intera regione per cento giorni, fino al 30 maggio 2020, giorno del Centenario rossoblù.

Arrogu tottu


Il soprannome di Langella parla da solo. Arrogu tottu, che tradotto in italiano significa spacco tutto. L'esterno napoletano - di nascita ma sardo a tutti gli effetti essendosi trasferito da bambino nel nord Sardegna - aveva la capacità di spezzare in due la partita con una delle sue progressioni palla al piede. A tratti imprendibile. Riusciva a unire velocità e forza fisica.


Jaap Stam,Antonio Langella
Jaap Stam,Antonio Langella

Cresce calcisticamente nel Sorso, poi tanta gavetta nei terreni interregionali con la maglia del Castelsardo prima del salto nel professionismo. A 22 anni veste la maglia della Torres prima in Serie C2 e poi in Serie C1. Le sue qualità non passano inosservate e il Cagliari lo porta nel sud Sardegna nel marzo 2002, a campionato (di Serie B) in corso. Chiuderà i primi mesi in rossoblù con appena cinque gare e zero gol. Ma il bello deve ancora venire. Nella stagione successiva è già uno dei punti fermi della squadra e chiude l'anno con trenta presenze e cinque gol. Viene utilizzato perlopiù come esterno a tutta fascia, o come quarto di centrocampo. La svolta arriva nella stagione 2003-04: in Sardegna arriva Gianfranco Zola e il Cagliari di Reja inizia ad utilizzare il tridente offensivo. La squadra chiuderà l'anno con la promozione in Serie A mentre Arrogu Tottu colleziona 29 presenze (quasi tutte partendo dalla panchina) e 7 gol. Nella stagione d'esordio in Serie A Antonio Langella si consacra nel calcio italiano. Approfittando di un lungo infortunio di Suazo e delle geniali invenzioni di Magic Box, l'esterno mancino è un fiume in piena e a tratti devastante. Chiude l'anno con 32 presenze (questa volta gran parte da titolare) e 6 gol. Le sue galoppate sulla fascia arrivano fino a Coverciano: Marcello Lippi decide di premiarlo con tre convocazioni e altrettante partite, tutte amichevoli, contro Russia (esordio con l'Italia al Sant'Elia), Islanda e Ecuador. Una piccola curiosità: è sceso in campo per un solo tempo in tutte e tre i match. Vestirà la maglia rossoblù per altre due stagioni in Serie A e lascerà l'isola nell'estate 2007 chiudendo la sua carriera da calciatore tra Atalanta, Chievo Verona e Bari.

La partita perfetta

14 novembre 2004. Al Sant'Elia arriva l'Inter di Roberto Mancini. Il Cagliari dopo undici giornate ha già messo in cassaforte 15 punti. Niente male per una neopromossa. Però i nerazzurri fanno paura. Poche settimane prima i cugini rossoneri aveva già sbancato lo stadio rossoblù. Ma queste sono le gare che possono esaltare il tridente formato da Esposito, Zola e Langella. Proprio quest'ultimo arrivava da cinque panchine consecutive, con qualche scampolo di partita disputato (massimo venti minuti a match). Arrogu Tottu era carico a puntino, pronto ad esplodere. Così è stato.


In mezz'ora di gioco il Cagliari si ritrova in vantaggio di due gol. Antonio Langella conquista prima un calcio di rigore ad inizio partita (concretizzato dal piedino fatato di Gianfranco Zola) poi raddoppia con un gol di potenza e rapidità scappando via sulla sinistra, lasciando sul posto Burdisso e beffando Toldo. L'Inter accorcerà il risultato pochi minuti più tardi. Ma nella ripresa altra discesa palla al piede, questa volta sulla destra, di Langella e cross morbido con il suo piede debole, parabola perfetta che scavalca tutti e permette a Esposito di depositare il pallone in rete di testa. 3-1 per i sardi. I nerazzurri sfrutteranno nel finale di gara il maggior tasso tecnico trovando due gol con Mertens e fissando il risultato sul 3-3. Un punto che lascia un po' l'amaro in bocca ma quel 14 novembre 2004 Antonio Langella si è presentato di cattiveria alla Serie A.

Breve biografia di Antonio Langella

AS Roma's midfielder Aleandro Rosi (L) f
AS Roma's midfielder Aleandro Rosi (L) f

Antonio Langella (Napoli, 30 marzo 1977) ha vestito la maglia del Cagliari da marzo 2002 a giugno 2007, poco più di cinque stagioni tra Serie A e Serie B. Con la casacca rossoblù ha collezionato in totale 147 presenze e 22 gol. Grazie alle buone prestazioni in Sardegna si è conquistato la maglia azzurra, vestita in tre circostanze, con l'esordio al Sant'Elia contro la Russia il 9 febbraio 2005.

Articolo e rubrica a cura di Marco Deiana

LEGGI ANCHE:


#1 - La storia di Daniele Conti

#2 - La storia di Manlio Scopigno

#3 - La storia di Roberto Muzzi

#4 - La storia di Fabian O'Neill

#5 - La storia di Alessio Scarpi

#6 - La storia di Massimiliano Allegri

#7 - La storia di Enzo Francescoli

#8 - La storia di David Suazo

#9 - La storia di Enrico Albertosi

#10 - La storia di Matteo Villa

#11 - La storia di Tonino Orrù

#12 - La storia di Gianfranco Matteoli

#13 - La storia di Davide Astori

#14 - La storia di Gigi Piras

#15 - La storia di Luis Oliveira

#16 - La storia di Gigi Riva

#17 - La storia di Francesco Pisano

#18 - La storia di Sergio Gori

#19 - La storia di Comunardo Niccolai

#20 - La storia di Mauro Esposito

#21 - La storia di Nené

#22 - La storia di Andrea Cossu

#23 - La storia di Giuseppe Tomasini

#24 - La storia di Oscar Washington Tabarez

#25 - La storia di Tommaso Giulini

#26 - La storia di Diego Lopez

#27 - La storia di Pierpaolo Bisoli

#28 - La storia di Carlo Mazzone

#29 - La storia di Massimo Rastelli

#30 - La storia di Gianluca Festa

#31 - La storia di Dario Silva

#32 - La storia di Gianfranco Zola

#33 - La storia di José Herrera

#34 - La storia di Roberto Boninsegna

#35 - La storia di Mario Ielpo

#36 - La storia di Efisio Corrias

#37 - La storia di Claudio Ranieri

#38 - La storia di Pietro Paolo Virdis

#39 - La storia di Alessandro Agostini

#40 - ​La storia di Aldo Firicano

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A!