I 100 anni di Sordi, Verdone: attore gigantesco e rivoluzionario

Fla

Roma, 15 giu. (askanews) - Carlo Verdone, Christian De Sica, Massimo Ghini e Edoardo Pesce hanno preso parte all'incontro in Campidoglio per festeggiare i 100 anni della nascita di Alberto Sordi. Questa mattina durante la cerimonia organizzata dalla sindaca Virginia Raggi stata anche annunciata l'apertura, il 16 settembre, della grande mostra dedicata all'attore, nella sua villa a Roma.

Carlo Verdone ha definito Sordi "un attore gigantesco, che ha attraversato decenni della nostra vita, guerra, dopoguerra, ricostruzione, tensioni sociali, e ha avuto la fortuna di una grande narrativa e grandi scrittori che sostenevano il suo cinema". Per Verdone, legato da una grande amicizia con Albertone, con cui ha recitato in film come "In viaggio con pap", Sordi stato soprattutto "un grande rivoluzionario, perch ha capovolto tutte le regole accademiche dell'arte drammatica, e ha imposto un suo modo, unico, quasi futurista". Per Verdone Sordi "aveva una faccia, una maschera unica" e fa ormai parte "della galleria delle maschere della commedia dell'arte, accanto a Rugantino, se non pi importante".

Christian De Sica ha ricordato le visite di Sordi a casa di suo padre Vittorio, una volta a settimana, e ha detto: "era uno zio per me, non solo un attore". Anche per De Sica Albertone stato un rivoluzionario, per come ha cambiato la comicit nel nostro Paese. Edoardo Pesce, che ha interpretato l'attore romano giovane nel film tv "Permette? Alberto Sordi", ha detto che la sua forza stata la sua unicit e il fatto di non essersi mai arreso di fronte alle difficolt. Massimo Ghini ha ricordato un episodio legato ad una pubblicit da lui interpretata nel 1999, diretta da Francis Ford Coppola, ispirata allo Sceicco bianco: "All'incontro con questo gigante del cinema mondiale, che aveva diretto Apocalypse Now e Il Padrino, io ero un po' in tensione. - ha rivelato Ghini - Dopo i saluti lui per voleva sapere solo una cosa: se sapevo fare il celebre passetto di Alberto Sordi Questo mi ha dato l'idea di quanto fosse un gigante".