100 manifestanti pro-Trump "Stop the Steal" ("Frenate il furto") che hanno iniziato a manifestare davanti al palazzo del Campidoglio

·1 minuto per la lettura
Trump covid
Trump covid

Il 7 novembre è diventata ufficiale la vittoria di Joe Biden, che è diventato il 45esimo presidente degli Stati Uniti d’America. C’è che però non ci sta. Mentre lo sconfitto Donald Trump chiede il riconteggio dei voti e denuncia brogli elettorali, i suoi sostenitori si sono presentati in Pennsylvania, lo stato che ha condotto Biden al di sopra dei 270 voti del Collegio elettorale di cui aveva bisogno per la vittoria, a protestare, armati di tutto punto, per l’esito delle elezioni.

Sostenitori di Trump in Pennsylvania: ”Non è finita qui”

Nello stato che ha decretato la vittoria di Biden si sono presentati circa 100 manifestanti pro-Trump “Stop the Steal” (“Frenate il furto”) che hanno iniziato a manifestare davanti al palazzo del Campidoglio, affrontando i sostenitori di Biden. Centinaia di sostenitori di Trump si sono anche radunati sui gradini del Campidoglio dello Stato del Michigan a Lansing, sventolando bandiere di Trump al grido di “Non è finita” e “Saremo qui per sempre”.

I manifestanti hanno di fatto ripetuto le parole di Trump, che non si è rassegnato alla sconfitta. Da giorni denuncia infatti brogli e schede non contate, accuse riprese anche dal suo avvocato personale Rudy Giuliani che ha parlato di massicci brogli” proprio in Pennsylvania, stato alla fine risultato decisivo.

Biden, una volta eletto, ha invece dichiarato: “America, sono onorato che tu abbia scelto me per guidare il nostro grande paese. Il lavoro sarà duro ma prometto che sarò il Presidente di tutti gli americani – sia chi mi ha votato sia chi non lo ha fatto. Non tradirò la fiducia che hai riposto in me“.