11 Settembre: il grande attentato sul grande schermo, dalla realtà ai film

·3 minuto per la lettura

Il grande attentato sul grande schermo: la realtà impensabile ma non fantascientifica dell'attacco aereo simultaneo alle torri gemelle è subito diventata materia per i film, passando dalle pagine di cronaca e di politica estera a quelle degli spettacoli. Difficile mettere insieme tutti i lungometraggi, i docufilm, le serie tv, gli sceneggiati che hanno avuto come argomento principale o anche solo come ambientazione le ore terribili dell'11 settembre del 2001 a New York, quel giorno ancor più del solito percepita come capitale dell'America e del Mondo.

Un elenco ovviamente non esaustivo non può non partire però da una pellicola iconica, sia per il titolo - 11'09''01 - sia per la struttura filmica, con 11 episodi girati da 11 diversi registi, ciascuno della durata simbolica di 11 minuti, 9 secondi e 1 fotogramma.

A firmare il lavoro datato 2002, l'anno seguente l 'attentato alle Torri Gemelle, sono Samira Makhmalbaf, Claude Lelouch, Yusuf Shahin, Danis Tanovic, Idrissa Ouedraogo, Ken Loach, Alejandro Gonzalez Inarritu, Amos Gitai, Mira Nair, Sean Penn e Shohei Imamura, per una coproduzione internazionale tra Usa, Regno Unito, Francia, Egitto, Iran, Giappone, Messico.

Titolo esplicativo anche per 'World Trade Center' di Oliver Stone , con Nicolas Cage e Maria Bello, protagonisti i poliziotti che cercano di evacuare le persone dal grattacielo appeno colpito dall'attacco aereo terroristico: le immagini sono in gran parte girate ricostruendo l'interno dell'edificio, mentre la folla si ammassa al Ground Zero per acclamare i soccorritori, nuovi eroi americani.

La data come titolo anche in '9/11', sottotitolo italiano 'Senza scampo', con Charlie Sheen che lavora al Trade World Center e proprio in quel giorno, al momento dell'attentato, si trova chiuso in ascensore con la moglie Whoopi Goldberg che era venuta per firmare con lui le carte del divorzio.

Ma il primo film a uscire sul tema, diretto da Paul Greengrass, fu 'United 93', con riferimento al volo United Airlines 93 dirottato l'11 settembre 2001 nel corso dell'attacco terroristico: l'aereo non colpì il suo obiettivo grazie alla ribellione dei passeggeri, che costrinsero il terrorista che si trovava ai comandi a far precipitare il velivolo.

Anche 'La 25esima ora' può rientrare a pieno titolo tra i film legati alla data oramai storica dell'11 settembre 2001: il film diretto da Spike Lee ha come interprete principale Edward Norton nei panni del figlio di un pompiere che ripensa spesso ai suoi colleghi che hanno perso la vita alle torri gemelle.

Nel giorno e nel luogo dell'attentato è ambientato anche 'Molto forte, incredibilmente vicino' uscito dieci anni dopo l'attentato terroristico, con Tom Hanks, bloccato dentro il World Trade Center e padre di un bambino con la sindrome di Asperger; la pellicola vede nei panni della madre Sandra Bullock e la partecipazione fra gli altri di Max von Sydow.

Nel 2010 esce invece 'Remember me', protagonisti Pierce Brosnan e Robert Pattinson, sul rapporto tra padre e figli, che ha il punto di svolta proprio dal giorno dell'attentato al grattacielo dove lavora il padre e dove uno dei figli in quelle tragiche ore troverà la morte.

In 'Reign over me' - dal titolo della canzone dei Who suonata ai titoli di coda - il protagonista Adam Sandler è un dentista che nell'attentato alle torri gemelle ha perso la moglie e le figlie e il suo stesso contatto con la vita reale; nel cast anche Donald Sutherland nei panni del giudice.

Cast di tutto riguardo, con Juliette Binoche, John Turturro, Tom Riley e Nick Nolte, per la coproduzione italo-franco-portoghese di 'Qualche giorno a settembre', che racconta la strage terroristica in chiave più intimistica e meno spettacolare.

(di Enzo Bonaiuto)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli