12enne sfida il papà No Vax: "Dice cose insensate. Io voglio vaccinarmi"

·1 minuto per la lettura
(Photo: Oliver Helbig via Getty Images)
(Photo: Oliver Helbig via Getty Images)

“Sono un po’ indeciso sul vaccino proprio perché i miei genitori mi dicono cose diversissime e mi spaventano, per meglio chiarire la mia posizione preciso che le mie idee sono come quelle di mia madre, perché parlando con lei, e riferendole le cose che mi ha detto papà, capisco che le cose che mi dice mio padre non hanno moltissimo senso”. Queste le parole di un 12enne ascoltato dai giudici, al centro di una lite familiari. I genitori separati hanno posizioni opposte sulla vaccinazione anti-Covid: la madre vorrebbe che il figlio si sottoponesse all’iniezione, il padre no. La questione è stata portata in tribunale, come racconta il Corriere della sera. E i giudici hanno tirato le somme.

“Le preoccupazioni paterne espresse nella memoria difensiva non sono supportate dalla scienza medica nazionale e internazionale, sono in contrasto con i dati raccolti dalle ampie sperimentazioni effettuate nel mondo, e trascurano di considerare le indicazioni delle autorità regolatorie del farmaco nazionali e internazionali, nonché le indicazioni del governo italiano”

Per questo sarà la madre a decidere sulla vaccinazione del figlio:

Il Tribunale, «a fronte della posizione del padre che non ha inteso accogliere la volontà del figlio», ritiene che «la madre sia il genitore che ha dimostrato una maggior capacità di tutela della salute del minore e di comprensione della sua volontà consapevole e autentica, e quindi sia il genitore più idoneo ad assumere, in autonomia e senza il consenso del padre, tutte le decisioni necessarie in relazione alla vaccinazione». Risultato: la madre è «autorizzata ad assumere, in autonomia e in assenza del consenso paterno, ogni decisione relativa alla somministrazione della vaccinazione».

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Leggi anche...

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli