13enne ingoia spillo di 3.5 cm: operata d’urgenza

Regina Margherita: operata una bambina che ha ingoiato uno spillo

Operazione record per l’Ospedale Regina Margherita di Torino che ha salvato in extremis una bambina. La tredicenne aveva ingoiato uno spillo di 3.5 cm di lunghezza che le si era poi incastrato nei bronchi.

Ingoia uno spillo: operata d’urgenza

Stava correndo mentre teneva uno spillo tra i denti e per sbaglio l’ha ingoiato. E’ successo a Torino ad una ragazzina di 13 anni di origini egiziane. Ha detto di aver inalato l’oggetto accidentalmente, e involontariamente l’aveva anche ingoiato. Per di più le era andato di traverso.

Immediatamente si è recata al Pronto Soccorso dove i medici le hanno fatto una TAC del torace. Questa mostrava l‘incuneamento del corpo estraneo tra bronco intermedio e bronco lombare medio destro. E’ stata quindi trasportata d’urgenza all’Ospedale infantile Regina Margherita.

Qui l’equipe ha tempestivamente effettuato il delicato intervento di rimozione in sala operatoria. Come si legge in una nota, questo consisteva in una broncoscopia rigida in modo endoscopico e non invasivo. Una tecnologia permessa dall’utilizzo della colonna endoscopica donata di recente dalla Compagnia di San Paolo. Ora è fuori pericolo ed è già stata dimessa.

L’intervento è stato eseguito grazie alla collaborazione delle dottoresse Federica Peradotto e Valeria Boggio presso l’Otorinolaringoiatria diretta da Paolo Tavormina. Un’operazione molto complicata che però ha avuto un ottimo successo. La giovane ha infatti ricevuto la scheda di dimissione dopo 48 ore e, tornata a casa, non corre più alcun pericolo.