14 misure cautelari per leader di Askatasuna e "ala dura" No Tav

Red/Sav

Roma, 18 dic. (askanews) - Nell'ambito di un'articolata indagine sviluppata dalla Digos e coordinata dalla locale Procura, a Torino la polizia ha eseguito - in collaborazione con gli Uffici infoinvestigativi di Padova, Modena e Vicenza - 14 misure cautelari nei confronti degli storici leader di Askatasuna, dei principali referenti dell'ala più oltranzista del movimento No-Tav, di noti militanti di Askatasuna, nonché di esponenti antagonisti di Modena, Parma e Vicenza, del centro sociale Guernica e del centro sociale Bocciodromo.

Sono tutti accusati di resistenza aggravata a pubblico ufficiale, danneggiamento, travisamento, inosservanza dei provvedimenti dell'autorità.

Nello stesso contesto operativo sono state anche eseguite dai poliziotti della DIGOS 16 perquisizioni delegate dall'autorità giudiziaria di Torino nei riguardi anche di alcuni militanti di Askatasuna, denunciati nello stesso procedimento penale.