15enni picchiano coetaneo e postano video sui social

webinfo@adnkronos.com

Insultano e picchiano un coetaneo, filmano tutto e poi postano il video sui social. Tre quindicenni del Palermitano sono stati denunciati dalla Polizia per stalking, percosse, violenze, minacce e diffamazione, con l’aggravante della disabilità e della minore età della vittima. Il video, insieme ai cellulari con i quali è stato girato e diffuso, è stato invece sottoposto a sequestro. Vittima dei bulli un 14enne che nei giorni scorsi, in una zona di campagna non distante da Cefalù (Palermo), è stato dapprima deriso e poi aggredito con insulti, umiliazioni, percosse e violenze sia psicologiche che fisiche dal branco. 

Scene di violenze che uno dei minori ha ripreso con il proprio smartphone e diffuso su una chat social, facendo rapidamente diventare virale il video nella comunità in cui vivono gli adolescenti. "Ad aggravare la condotta - spiegano gli investigatori - la condizione della vittima, con una lieve disabilità che la rende vulnerabile e meno capace di difendersi, e già destinataria in passato di scherni e atti persecutori". Le indagini sono scattate dopo la denuncia dei genitori del 14enne, avvisati del video da alcuni conoscenti che avevano visto il filmato postato sui social. 

Le indagini hanno consentito di scoprire come il ragazzino fosse vittima da due mesi dei tre coetanei, uno dei quali in particolare lo insultava e picchiava sistematicamente malgrado le implorazioni della vittima. In un'occasione l'aggressore davanti alle rimostranze della vittima non ha esitato a prendere a pugni il 14enne, facendolo cadere a terra e continuando a insultarlo, mentre un altro ragazzo filmava le scene incoraggiando l’aggressore a continuare. Il video diffuso e fatto circolare sui social è diventato presto virale consentendo di far emergere la storia di bullismo. Grazie al racconto della vittima e dei genitori e alle immagini dei frammenti video i poliziotti sono riusciti a identificare i tre quindicenni, tutti residenti in zona, per i quali è scattata la denuncia.