17 marzo, Festa di San Patrizio: a New York, a Dublino, in Cina, a Roma e… a Bobbio

Dalla Grande Muraglia al Colosseo alle cascate del Niagara al Cristo Redentore, i simboli mondiali si sono tinti di verde in onore di San Patrizio, nella giornata dedicata al patrono dell’Irlanda e ai fiumi di birra che ormai tradizionalmente caratterizzano l’evento.

Giornata peraltro caratterizzata questa volta anche dall’adozione, da parte della Chiesa Ortodossa russa, di quindici Santi occidentali precedenti allo scisma, tra i quali proprio San Patrizio. La sua festa a Mosca si celebrerà il 30, giorno in cui viene venerato il russo Patriki, ma l’adozione è avvenuta il 17, cioè nel Paddy Day globale.

Giornata che ovviamente non viene dimenticata negli Stati Uniti, dove sono oltre trenta milioni i cittadini d’origine irlandese: a New York, Chicago e Boston le principali parate, così come a Montreal, in Canada, e ovviamente a Dublino, dove il 17 marzo è festa nazionale.

In Italia è Bobbio, in provincia di Piacenza, ad avere l’onore di celebrare San Patrizio da ben prima che il verde e la Guinness invadessero anche il Belpaese, e prima ancora che la Chiesa cattolica, nel XVII secolo, inserisse il vescovo irlandese, morto il 17 marzo forse del 461, nel proprio calendario liturgico. A Bobbio morì infatti nel 615 San Colombano, il fondatore dell’Abbazia, anch’egli irlandese.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità