17enne investito da un'auto pirata a Natale

·2 minuto per la lettura
Ambulanza
Ambulanza

Un ragazzo di 17 anni è stato investito da un’auto pirata a Frassinoro, in provincia di Modena, nella giornata di Natale. Il giovane è riuscito a chiamare suo papà per chiedergli aiuto.

Ragazzo di 17 anni investito a Frassinoro

Un ragazzo di 17 anni stava tornando dai festeggiamenti di Natale al bar di Frassinoro, in provincia di Modena, quando un’auto lo ha travolto poco lontano da casa sua. Erano le 4 del mattino del 25 dicembre e l’incidente è avvenuto sulla Sp 32 circa 300 metri prima del bivio con via Aradonica. Il ragazzo è stato travolto da una macchina che proveniva in senso opposto, che ha invaso la corsia e ha colpito il suo Ape Car. Per salvarsi, ha sterzato a destra, ma l’impatto è stato violentissimo. L’Ape è rimasto in bilico sulla scarpata e lui è finito in mezzo ai rovi dopo un volo di sei metri. Il conducente dell’auto lo ha abbandonato lì ed è scappato.

Ragazzo di 17 anni investito a Frassinoro, la chiamata: “Papà aiutami, mi lasciano qui”

Il 17enne è riuscito a telefonare a casa con il suo cellulare e gli ha risposto il padre Maurizio. “Papà mi hanno travolto. Stanno scappando e mi lasciano qui nella scarpata” ha urlato il ragazzo prima di riagganciare. L’uomo è uscito di casa per cercare suo figlio e ha trovato l’Ape in bilico tra le piante. “Mio figlio era in mezzo ai rovi, gridava per il male. Il viso era una maschera di sangue e aveva una gamba girata all’indietro. Non dimenticherò mai quella visione” ha raccontato l’uomo alla Gazzetta di Modena. Ha immediatamente chiamato i soccorsi del 118 e i carabinieri del Radiomobile di Pavullo. Il giovane è stato portato a Baaggiovara in ambulanza e sono state riscontrate fratture al bacino, al femore, alla tibia, al perone e al naso. Il ragazzo ha subito una doppia operazione, al volto e alla gamba, poi è stato ricoverato in terapia intensiva. La prognosi è riservata anche a casua della grave malattia di cui soffre dalla nascita, ovvero la sindrome di Crigler-Najjar, che colpisce il fegato.

Ragazzo di 17 anni investito a Frassinoro, la chiamata: l’investitore si è costituito

Mio figlio ha sempre fatto il trattamento di 10 ore che serve a curare questa condizione di notte per poter avere una vita normale di giorno. In ospedale però non è possibile avere l’istallazione che abbiamo a casa. Abbiamo contattato l’associazione Ciami di Bologna per avere una lampada portatile da mettergli in ospedale, ma non sappiamo quanto effetto avrà” ha spiegato il padre. L’investitore si è pentito per essere scappato e si è costituito ai carabinieri nella giornata del 25 dicembre. È stato denunciato per omissione di soccorso e lesioni stradali gravi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli