180 migranti sbarcano a Lampedusa con piccole imbarcazioni

sbarchi lampedusa

Nella giornata internazionale delle migrazioni, a Lampedusa sono approdati complessivamente circa 180 migranti. In 12 ore sette piccole imbarcazioni, ciascuna con circa 25 persone a bordo, sono state intercettate a poche miglia dall’isola dalle motovedette della capitaneria di porto e della guardia di finanza o sono direttamente sbarcate in porto. Poi 30 tunisini sono stati bloccati all’alba del 29 settembre.

Gli sbarchi a Lampedusa

Secondo quanto è stato riportato su La Repubblica, sono ripresi gli “sbarchi fantasma” con piccole imbarcazioni, quasi sicuramente messe in mare a poche miglia dall’isola da “navi madre”. Nella notte tra il 28 e il 29 settembre sono arrivati sette barchini l’uno dietro l’altro provenienti dalla Tunisia: ognuno conteneva 20/25 magrebini ma anche subsahariani. Le imbarcazioni sono state intercettate a poca distanza da Lampedusa dalle motovedette della capitaneria di porto e della guardia di finanza oppure sono direttamente sbarcate in porto. In seguito, i migranti sono stati portati nel centro di accoglienza hot spot, dove al momento si trovavano solo una quindicina di extracomunitari. Altri 30 tunisini sono stati fermati all’alba del 29 settembre, riconosciuta come giornata internazionale delle migrazioni dalla Chiesa. Erano riusciti a sbarcare direttamente sulla spiaggia a Cala Palme con un barchino. Anche loro sono stati accompagnati all’hot spot. Il giorno prima un barcone si era ribaltato davanti alle coste di Misurata: della cinquantina di persone a bordo non si è avuta più nessuna notizia. I settanta a bordo del gommone in cerca di aiuto da 60 ore sono invece riusciti a sbarcati in Libia.