18enne si schianta in moto mentre andava al campo da calcio

Emanuele Piccolo
Emanuele Piccolo

Emanuele Piccolo, un ragazzo di 18 anni, è morto a causa di un incidente in moto. Si stava recando al campo da calcio, quando improvvisamente è uscito di strada ed è andato a schiantarsi contro un albero.

Si schianta in moto a 100 metri da casa: giovane muore mentre va al campo da calcio

Lo scorso 19 novembre, Emanuele Piccolo, studente di 18 anni, ha perso la vita in un incidente in moto, mentre i compagni dell’US Torre Calcio di Padova lo aspettavano al campo sportivo per il match delle 14. Il giovane, che non è mai arrivato a quella partita del campionato, è morto ad un centinaio di metri da casa sua, a Villanova di Camposampiero, nel Padovano. Il 18enne ha perso il controllo della sua Kawasaki 600 e si è schiantato prima contro un ponticello, poi contro un albero. Il doppio impatto purtroppo è stato fatale. Sul luogo della tragedia è arrivata di corsa la compagna del padre del giovane, che ha visto il corpo senza vita a terra e la moto sbalzata in un fossato. Poco dopo è arrivato anche il padre della vittima, Nicola Piccolo, di 55 anni, che è scoppiato in un pianto di disperazione. Dieci anni fa, come riportato dal Corriere del Veneto, l’uomo aveva perso la moglie per una malattia.

I soccorsi sono stati inutili

Purtroppo i soccorsi del 118 si sono rivelati inutili. La dinamica dell’accaduto è in fase di accertamento, ma le autorità ipotizzano che la moto di Emanuele abbia improvvisamente perso aderenza per via dell’asfalto umido. Il mancato arrivo di Emanuele al campo sportivo di via Luxardo ha messo in agitazione i compagni e i dirigenti della squadra juniores dell’Us Torre Calcio. Il direttore sportivo, Ivo Segafreddo, ha contattato la famiglia e ha saputo per primo dell’incidente. La partita è iniziata alle 15, con un’ora di ritardo. Dopo la gara, la tragica notizia della morte di Emanuele è arrivata nello spogliatoio della squadra. “Quando lo abbiamo comunicato ai ragazzi sono scoppiati tutti a piangere” ha raccontato Segafreddo. Emanuele Piccolo frequentava la quinta superiore all’Istituto Levi Ponti di Mirano e tutti lo conoscevano come un ragazzo dedito allo studio e allo sport.