19enne positivo al coronavirus non rispetta la quarantena ed esce di casa in compagnia

·2 minuto per la lettura
Veneto positivo al parco
Veneto positivo al parco

Al caso del 28enne di Polignano positivo al coronavirus e denunciato per non aver rispettato la quarantena obbligatoria, seguono molte altre vicende analoghe. Infatti, sono tanti gli episodi in cui un paziente positivo esce di casa, noncurante delle norme anti-Covid e mettendo così a serio rischio la salute delle altre persone. L’ultima notizia arriva dal Veneto: un 19enne risultato positivo al tampone viola l’isolamento e va al parco con gli amici. Il ragazzo è stato denunciato.

Veneto, positivo va al parco in compagnia

È subito scattata la denuncia da parte dei carabinieri per un ragazzo di 19 anni che ha violato la quarantena a cui era sottoposto. Il giovane, infatti, era risultato positivo al coronavirus. Tuttavia, non si è fatto scrupoli né si è interessato della salute altrui: il diciannovenne è uscito di casa e si è recato al parco in compagnia di alcuni suoi coetanei.

I carabinieri lo hanno trovato al Parco di San Giuliano a Mestre (Venezia) mentre era senza mascherina e beveva birra con gli amici. Davanti ai militari il ragazzo ha cercato di difendersi e ha giustificato il suo comportamento spiegando di essere in attesa del tampone di verifica da parte dell’Ulss.

Solo pochi giorni prima a Bacoli (Napoli) un cittadino positivo al Covid-19 e con sintomi aveva lasciato più volte la sua casa, violando l’isolamento. Sull’accaduto era intervenuto il sindaco cittadino, Josi Gerardo Della Ragione, il quale aveva dichiarato: “Massima solidarietà per tutti i contagiati, non hanno colpe, ma bisogna rispettare le regole, altrimenti non ne usciamo più. Dobbiamo essere responsabili”. Inoltre, Della Regione aveva “sollecitato tutte le forze dell’ordine del territorio a un maggior controllo, soprattutto di chi è in quarantena”. Nelle ultime 24 ore è arrivata una notizia analoga da Monza, dove un sessantunenne positivo non ha rispettato la quarantena, uscendo di casa e recandosi in piazza. Anche per l’uomo è scattata la denuncia. Solo quattro giorni prima e per lo stesso motivo, quattro persone sono state denunciate a Trieste.