19enne uccisa a Milano, 10 coltellate e poi chiusa nel cellophane

Red-Mil

Milano, 8 feb. (askanews) - Jessica Valentina Faoro è stata uccisa con più di dieci coltellate e il suo cadavere martoriato è stato poi avvolto nel cellophane. La polizia lo ha trovato ieri mattina seminascosto sotto il divano letto nel minuscolo soggiorno dell'appartamento di via Brioschi 93, a Milano. Abitazione dove la 19enne era ospite da un paio di settimane, dopo aver risposto ad un annuncio scritto da Alessandro Garlaschi che lì viveva insieme con la moglie.

Il 39enne tranviere agli inquirenti ha detto che intorno alle 4 di mercoledì, al culmine di una lite per futili motivi, Jessica lo avrebbe aggredito con un coltello da cucina e lui per difendersi glielo avrebbe "girato" contro, colpendola. L'arma è stata ritrovata dalla polizia: la lama era stata pulita, ma non abbastanza da nascondere le tracce ematiche. Alcuni abiti sporchi di sangue sono stati sequestrati nel locale spazzatura nel cortile del palazzo.

Dalle indagini è emerso che la moglie di Garlaschi non avrebbe avuto alcun ruolo nell'omicidio. Martedì sera la donna è andata a dormire a casa della madre, dove ieri mattina il marito è andato a riprenderla. Viene descritta come una donna dal carattere debole, remissivo, quasi sottomessa ai voleri del coniuge.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità