2 agenti forzano l'auto per soccorrere i suoi cani: non c'era alcun pericolo secondo il padrone

·2 minuto per la lettura
2 agenti forzano l'auto per soccorrere i suoi cani: non c'era alcun pericolo secondo il padrone
2 agenti forzano l'auto per soccorrere i suoi cani: non c'era alcun pericolo secondo il padrone

In Inghliterra, 2 agenti di polizia hanno dovuto forzare il finestrino di una macchina per salvare i 2 cani lasciati dentro dal proprietario. La temperatura di 24° poteva esser loro fatale. Perentoria la protesta del padrone: “Perché mi hai rotto il finestrino della macchina? Sono stato via solo per 10 minuti”.

Polizia rompe finestrino dell’auto per salvare i cani: il fatto

Il tutto è accaduto in Gran Bretagna, nella regione del Sussex, città di Brighton: i due agenti si sono trovati costretti ad utilizzare le maniere forti per trarre in salvo i due amici a quattro zampe lasciati criminalmente all’interno dell’autovettura, con una temperatura esterna di almeno 24 gradi centrigradi.

Polizia rompe finestrino dell’auto per salvare i cani: la protesta del proprietario

Non sono ancora stati dichiarati gli effettivi danni subiti dal veicolo, tuttavia, indipendentemente da ciò, il proprietario (sia dei cani che dell’auto) ha ben pensato di lamentarsi del gesto con i due agenti: secondo la sua visione dei fatti, non vi era alcuna necessità di forzare alcunché, dal momento che il tempo da lui trascorso lontano dalla vettura non era sufficiente a mettere in pericolo i due animali.

Vi è, tuttavia, una versione leggermente più inquietante, raccontata da alcuni testimoni al tabloid The Sun: secondo alcuni testimoni, infatti, le lamentele dell’uomo prescindevano dal pericolo cui avrebbe sottoposto le due povere bestie.

La sua rabbia sarebbe stata motivata esclusivamente dai danni provocati alla sua vettura, ignorando totalmente quello che, di fatto, è un vero e proprio crimine.

LEGGI ANCHE >>> Avvelena il cane del vicino: 53enne condannata ad un anno di reclusione

Polizia rompe finestrino dell’auto per salvare i cani: perché è un crimine lasciarli chiusi dentro

Prima di tutto, è bene ricordare che: “lasciare un cane chiuso in macchina per diverso tempo, sotto il sole e con temperature elevate, è un comportamento che integra il reato di abbandono e detenzione incompatibile di un animale, disciplinato dall’art. 727 del codice penale”.

Vi è tutta una serie di procedura da conoscere e seguire in casi del genere (che non verrà esplicata in questa sede).

Basti sapere che, quanto accaduto in terra inglese, è più che giustificabile da parte delle forze dell’ordine.

LEGGI ANCHE >>> Cani: le persone familiari sanno di buono

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli