2 giugno, Calderoli: festa della Repubblica non sia funerale Paese

Pol/Bar

Roma, 2 giu. (askanews) - "Oggi nel giorno della festa della Repubblica siamo voluti essere nelle piazze italiane per fare in modo che questa ricorrenza non si trasformi nel funerale del Paese, come purtroppo rischiamo seriamente che accada con questo Governo di dilettanti allo sbaraglio che non sta dando risposte serie ai gravi problemi del Paese". Lo ha dichiarato in una nota Roberto Calderoli (Lega), vicepresidente del Senato, che ha partecipato stamattina a Bergamo al flash mob del centrodestra.

"Questo Governo - ha proseguito - che vanta di aver messo in pista 80 miliardi, che sarebbero quattro manovre finanziarie, soldi che nessuno e indirizzati a pioggia modello reddito di cittadinanza per non far lavorare la gente, miliardi promessi o millantati che cos non creano lavoro, non lo rilanciano, non fanno ripartire le imprese. Non sono queste le risposte che servono alla nostra economia e alle nostre imprese: noi abbiamo fatto una serie di proposte che nessuno ha voluto ascoltare".

"Siamo in ginocchio e vogliamo che le soluzioni che come Lega e come centrodestra abbiamo proposto per far rialzare il Paese siano prese in considerazione e ascoltate da chi sta al Governo", ha concluso Calderoli.