1 / 7

Salvini e Meloni, folla alla manifestazione del 2 giugno

La manifestazione del centrodestra partita da piazza del Popolo a Roma, che doveva essere simbolica, con una presenza contingentata di appena 300 persone, si è trasformata in un vero e proprio corteo. "Siamo qui - ha spiegato Salvini - a nome degli italiani dimenticati in questi mesi e discriminati,

2 giugno, Centrodestra in piazza: "Dimissioni"

La manifestazione del centrodestra partita da piazza del Popolo a Roma, che doveva essere simbolica, con una presenza contingentata di appena 300 persone, si è trasformata in un vero e proprio corteo. Tra assembramenti, ressa di troupe, servizio d'ordine della polizia, centinaia di militanti e curiosi si sono stretti in Via del Corso senza alcun rispetto delle regole del distanziamento sociale. 
"Capisco la voglia e la rabbia, ma dobbiamo costruire un percorso che porti l'Italia lontano senza dover aspettare aiuti esterni che tanto non arrivano. Ora dobbiamo trasformare queste proposte in emendamenti da suggerire al governo". Così il segretario della Lega, Matteo Salvini, a margine della manifestazione del centrodestra a piazza de Popolo. "Siamo qui - prosegue Salvini - a nome degli italiani dimenticati in questi mesi e discriminati, c'è un pregiudizio nei confronti del privato, lavoratori autonomi e liberi professionisti, invece non ci possono essere lavoratori italiani dimenticati".