2 giugno, De Luca: manifestazione di ieri è atto di volgarità

Aff

Napoli, 3 giu. (askanews) - Per il Governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca, la manifestazione organizzata ieri, 2 giugno, dal centrodestra a Roma "è una provocazione che offende la dignità dell'Italia. Il presidente campano, durante un'intervista trasmessa sui canali social della Fondazione Luigi Einaudi ha evidenziato che si è trattato di "un atto di provocazione e volgarità di qualche personaggio che quando era al Governo da vicepresidente del consiglio si è rifiutato di andare in piazza a celebrare il 2 giugno". Per De Luca è "un altro esempio di cialtroneria da parte di un esponente sovranista che non nomino per non fargli pubblicità gratuita"

"Quello che è intollerabile davvero è la strafottenza di esponenti politici nazionali che danno vita a manifestazioni volgari, sgangherate e prive di stile. In un Paese che di definisce serio, in un giorno in cui si celebra l'unità Nazionale, possiamo solo tollerare che non ci si raccolga intorno alla figura del Capo dello Stato che rappresenta l'Italia e si mettano in piedi provocazioni?" conclude De Luca.