2 giugno, Taverna (M5S): festa diritti e dell'Italia democratica

Pol/Bar

Roma, 2 giu. (askanews) - "Settantaquattro anni fa gli italiani, finalmente liberi dalla guerra, andarono alle urne e votarono per la Repubblica. Non per la Monarchia. Ma la Repubblica. Volevano essere loro gli artefici della ricostruzione di un Paese. Non pi dominazioni, non pi vite ipotecate. C'era tanta speranza e un futuro che andava protetto. Gli italiani quel giorno scelsero la forma di Stato ed elessero l'Assemblea Costituente che scrisse la nostra bellissima Costituzione". Lo ha scritto su Facebook la vicepresidente del Senato Paola Taverna(M5S).

"Quel giorno - ha aggiunto - votarono per la prima volta anche le donne. Quel 2 giugno 1946 stata la prima volta di tante cose. Quel giorno gli italiani scelsero la democrazia, crebbero in coscienza politica e si conquistarono il diritto di essere proprio il principio e la fine ultima di ogni scelta politica. Perci dobbiamo essere grati a questa storia di partecipazione popolare. Festeggiamola, teniamocela stretta e facciamone un memoriale per quando saremo tentati di pensare che la nostra voce non varr, che nessuno la ascolter, che tutte le battaglie del mondo non serviranno a niente".

"Il Movimento 5 stelle, che la vostra voce, nato proprio perch non ha creduto a questo timore. Oggi - ha concluso Taverna - la festa della democrazia, della libert, dei diritti, della giustizia ed la festa di tutte le battaglie che verranno in loro nome. Oggi la nostra festa".