200.000 BMW i3 prodotte fino ad oggi

Redazione
·2 minuto per la lettura

La BMW i3 e' sulla buona strada per il successo, in maniera sostenibile, in entrambi i sensi del termine.

Quasi sette anni dopo il suo lancio sul mercato, il modello compatto ad alimentazione puramente elettrica e quindi a emissioni locali prive di emissioni e' ancora molto richiesto. Nello stabilimento del BMW Group a Lipsia, il 200.000esimo esemplare di BMW i3 nei giorni scorsi e' uscito dalla linea di produzione, quasi silenziosamente come sempre. La BMW i3s (consumo di carburante combinato: 0,0 l / 100 km; consumo di energia combinato: 14,6 - 14,0 kWh / 100 km; emissioni di CO2 combinate: 0 g / km) in colore Fluid Black Metallic e accenti in BMW i Blue e' stata prodotta per un cliente dalla Sassonia e sara' consegnata dalla filiale BMW di Lipsia. La BMW i3 da 125 kW / 170 CV e la BMW i3s da 135 kW / 184 CV sono costruite a Lipsia per l'intero mercato mondiale su una linea di produzione dedicata e da dipendenti appositamente formati. Con l'inizio della produzione nel 2013, lo stabilimento in Sassonia e' diventato un pioniere e un centro di eccellenza per la mobilita' sostenibile. La BMW i3 e' stato il primo modello del BMW Group di serie su larga scala alimentato esclusivamente elettricamente e anche il primo veicolo dell'azienda con una cella passeggeri in plastica rinforzata con fibra di carbonio (CFRP).

Il modulo Life realizzato in CFRP fa parte di un'architettura del veicolo specifica per BMW i e progettato per la mobilita' elettrica sin dall'inizio. E' modellato a Lipsia da nastri in fibra di carbonio e assemblato in un processo unico sviluppato dal BMW Group. Segue l'unione con il modulo Drive, lo chassis in alluminio, che porta la trasmissione, il telaio e la batteria ad alto voltaggio. Processi di produzione all'avanguardia garantiscono che la costruzione della carrozzeria e l'assemblaggio della BMW i3 a Lipsia richiedano solo circa la meta' del tempo necessario per i veicoli convenzionali.

(ITALPRESS).

tvi/com