2020: un anno di celebrazioni per Galway Capitale europea della Cultura

webinfo@adnkronos.com

Tutto pronto a Galway, in Irlanda, per dare il via alle cerimonie che la incoronano Capitale europea della Cultura 2020. Un programma per l’intero anno, sviluppato attraverso più di 100 partnership con 33 diversi paesi rappresentati.  

Temi protagonisti il paesaggio, la lingua e la migrazione. Galway 2020 si aprirà a partire da sabato 1° febbraio con un festival gratuito della durata di una settimana, che si sposterà attraverso 6 città della contea per culminare con una spettacolare Cerimonia di apertura nella città di Galway, sabato 8 febbraio. 

Nel corso dell’anno il programma offrirà musica, teatro, letteratura, arti visive, danza, film, architettura, tradizioni, sport, gastronomia e la maggior parte degli eventi sarà aperta al pubblico. Ciascuna delle quattro stagioni si aprirà con uno spettacolare festival del fuoco, richiamo alla tradizione irlandese che vuole che l’inizio di ogni nuova stagione sia celebrato con il fuoco. Ciascuno dei quattro eventi sarà ideato da un artista o da un’organizzazione creativa differente.  

“Galway, con i suoi antichi paesaggi e le sue antiche storie, la sua diversità di genti e le sue molte lingue è un luogo straordinario, in cui gli artisti hanno sempre rivestito un ruolo di guida", ha dichiarato il direttore creativo di Galway 2020, Helen Marriage.  

"E’ un privilegio per noi di Artichoke - ha sottolineato - partecipare alla creazione di questa celebrazione unica della cultura d’Irlanda, che ne riflette l’importanza in contesto europeo e globale. Galway 2020 Capitale europea della Cultura prende le mosse dagli sforzi di tutte le persone creative che hanno scelto di vivere e lavorare qui negli ultimi 40 anni". 

"Questo programma - ha spiegato - introduce quello che spero sia un anno di pensiero radicale. In questo tempo di sfide, in cui l’Irlanda è stata proiettata al centro del dibattito su cosa significhi essere europei, Galway 2020 invita una comunità di artisti, i profeti del futuro, a mostrarci la realtà delle cose e ad aiutarci a dare un senso al nostro mondo". 

Quello che si preannuncia come il più grande e articolato evento culturale mai tenuto sull’isola d’Irlanda prenderà il via, dunque, con una cerimonia di apertura che durerà sette giorni, con un cast proveniente da tutte le comunità della Contea di Galway. Il tema della cerimonia attingerà al particolare patrimonio culturale e alle tradizioni della regione. 

Il 1° di febbraio è conosciuto da sempre come Imbolc, un antico festival pagano dedicato alla donna e alla fertilità, che segnava il primo giorno di primavera nel calendario celtico. A conferma degli strettissimi legami tra la storia della cultura irlandese e le sue tradizioni pagane e gaeliche, il 1° febbraio è anche conosciuto come St Brigid’s Day, dal nome della più importante santa irlandese. Per questo, Imbolc è stato scelto come l’avvio ufficiale di Galway 2020 Capitale europea della Cultura, a lanciare un programma che si dipanerà attraverso le quattro stagioni fino a gennaio 2021.  

A partire dalla città costiera di Clifden, domenica 2 febbraio, per sette notti le città e i villaggi della contea di Galway saranno animati da feste esplosive, sullo sfondo di alcuni dei più sensazionali scenari irlandesi. Il culmine sarà lo spettacolare finale all’aperto nella città di Galway, sabato 8 febbraio 2020. 

La cerimonia di apertura di una settimana è prodotta da Wonder Works, il team che ha curato le cerimonie di apertura delle Olimpiadi di Atene, Londra e PyeongChang, oltre a altri eventi di livello mondiale. Questa spettacolare settimana di eventi annuncia l’inizio ufficiale di Galway 2020, con la sua prima stagione, Imbolc, da febbraio ad aprile.  

Tra i momenti salienti della stagione di Imbolc ci sono Savage Beauty, dell’artista finlandese della luce Kari Kola. L’opera, che illuminerà un’icona della frastagliata costa occidentale dell’Irlanda, le montagne del Connemara, sarà la più grande opera d’arte di luce mai realizzata. Soprannominata un luogo di 'bellezza selvaggia' da Oscar Wilde, la suggestiva regione del Connemara è da molti anni una destinazione di riferimento per chiunque desideri sperimentare l’Irlanda più autentica. Con un’enorme illuminazione, Kola creerà un affascinante spettacolo di virtuosismo tecnico che coinciderà con le celebrazioni del giorno di San Patrizio in Irlanda (17 marzo). 

Le celebrazioni della Giornata internazionale della donna di Galway 2020 presenteranno uno speciale evento con l’autrice Margaret Atwood in conversazione con Susan McKay. In questo giorno importante, Atwood condividerà momenti chiave della sua vita di scrittrice. Ricorderà il suo vasto repertorio, dalla poesia, alla finzione, alla saggistica, incluso 'The Testaments' con cui ha recentemente vinto il premio Booker, e le ragioni che hanno fatto diventare 'Il racconto dell’ancella' un simbolo della lotta delle donne contro l’oppressione (8 marzo). 

Una delle compagnie teatrali più famose d’Irlanda, la Druid Theater Company di Galway, presenterà alcuni dei più grandi spettacoli teatrali irlandesi in un tour su larga scala, che toccherà città e isole della Contea. Per quattro mesi, il pubblico potrà seguire l’azione e accedere al dietro le quinte durante le prove e gli spettacoli nelle vivaci città e nelle remote isole selvagge della Contea di Galway, dalla vivace Clifden nel Connemara alle splendide e aspre isole Aran. Il tour culminerà con gli spettacoli nel Mick Lally Theatre nella città di Galway, il teatro dove la Druid Company è di casa (aprile-luglio 2020). 

Il programma Galway 2020 ha in programma oltre 1.900 eventi, tra musica, teatro, letteratura, arti visive, danza, cinema, architettura, patrimonio culturale, sport, cucina. La maggior parte dei progetti sarà gratuita per il pubblico.  

Durante l’anno, si intrecceranno collaborazioni con artisti e organizzazioni culturali locali, nazionali, europei e internazionali, provenienti da oltre 30 paesi diversi. Anche il calendario annuale di festival di fama mondiale della contea di Galway, che include festival musicali, ippici, gastronomici e artistici, presenterà programmi di valore. 

E la 'bibbia dei viaggiatori' Lonely Planet ha segnato questo favorevole anno, nominando la città di Galway, con la sua atmosfera 'brillantemente bohemien', tra le migliori destinazioni di viaggio del mondo nel 2020. Galway è stata inserita nella Lonely Planet’s Best in Travel 2020, guida annuale che raccoglie le migliori destinazioni di viaggio con le tendenze, gli itinerari e le esperienze da non perdere per l’anno che viene. La destinazione sulla Wild Atlantic Way figura quarta nell'elenco delle migliori città del 2020, dietro solo a Il Cairo, Washington DC e Salisburgo e prima di città del calibro di Bonn, Vancouver e Dubai. 

La guida descrive Galway come “decisamente la città più coinvolgente d'Irlanda”, in cui “i pub dai colori accesi vibrano al ritmo della musica dal vivo” e “i caffè offrono un posto in prima fila sulle esibizioni degli artisti di strada”.  

E la famosa esuberanza creativa di Galway avrà un’impennata proprio nel 2020 grazie al programma di eventi di Galway Capitale europea della Cultura. Offrendo molte ragioni per un lungo soggiorno, Galway 2020 promette, infatti, di amplificare le esperienze offerte dalla sua cultura, creatività e ambiente naturale come mai prima d’ora.