22enne uccide la nonna massacrandola di pugni. Forse una questione di soldi

HuffPost
-

Aggressione mortale ieri sera a Ferrara. Un giovane di 22 anni ha ucciso sua nonna, 71 anni, massacrandola a pugni mentre era alla guida dell’auto, dal sedile passeggero. L’omicidio sarebbe avvenuto, secondo le prime ipotesi, per questioni di soldi. Lo riporta la stampa locale.


Bloccato da automobilisti e da un carabiniere fuori servizio, il giovane è stato interrogato a lungo durante la notte e si è avvalso della facoltà di non rispondere. È in stato di arresto per omicidio volontario.

 

Si legge sulla Nuova Ferrara

Pier Paolo Alessio. Il 22enne, accusato di aver ucciso la nonna a botte, Maria Luisa Silvestri, 71 anni, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Attualmente si trova in stato di arresto... Il giovane viveva con i nonni, anzi, era appena tornato a vivere con loro dopo aver scontato un divieto di avvicinamento alla casa dei parenti.

Nel 2017, infatti, la nonna l’aveva denunciato dopo l’ennesimo episodio di violenza e percosse. Lui era stato allontanato da casa con un divieto di avvicinamento. I mesi passati lontano dai nonni li ha trascorsi a casa della madre. Spesso assente. Il padre non c’era. Fin dall’adolescenza Pier Paolo Alessio ha avuto passato burrascoso con problemi di tossicodipendenza.

 

Continua a leggere su HuffPost