23enne morto a causa di un malore dopo una partita di calcio

antonio salerno
antonio salerno

Un ragazzo di soli 23 anni è morto per un malore improvviso dopo aver disputato una partita di calcetto con gli amici: sconforto tra i conoscenti.

Ragazzo di 23 anni morto per un malore

Si è sentito male dopo aver disputato una partita di calcetto a 5 con gli amici, ed è morto mentre l’ambulanza lo trasportava in direzione dell’ospedale di Cona. La vittima è un giovane di 23 anni, Antonio Salerno, di Pontelagoscuro, in provincia di Ferrara, e la tragedia è accaduta lunedì 12 settembre intorno alle ore 21:00.

Al termina della gara, come raccontato da alcuni amici, Antonio accusa qualche fastidio al petto, ma non sembrava nulla di grave. Mentre rincasava a piedi insieme al fratello Gabriele, il 23enne si è accasciato a terra. I sanitari arrivano prontamente con un’ambulanza del 118 e subito vengono effettuate le prime manovre per rianimare il ragazzo. Poi il trasporto verso l’ospedale, dove purtroppo nulla hanno potuto i medici, in quanto il giovane era già deceduto per un malore.

Il ricordo di Antonio

La notizia della morte di Antonio è circolata velocemente tra gli amici più stretti, tutti increduli e sconvolti da quanto successo. Il giovane di 23 anni era uno studente universitario a Ferrara, iscritto alla facoltà di architettura, dopo aver terminato il percorso scolastico superiore al liceo artistico “Dosso Dossi”.

Antonio era conosciuto nella comunità come un esempio di ragazzo gioviale e disponibile con tutti, circondato da molti gli amici. Tra le sue passioni la prima era proprio il calcio, che per anni ha praticato a livello giovanile; una passione sportiva che condivideva con il fratello Gabriele.