23enne morto da un amico: ipotesi arresto cardiaco

ragazzo trovato morto a casa di un amico

Tragedia a Borso del Grappa, dove un ragazzo di 23 anni è stato trovato morto a casa di un amico dopo aver passato la serata con quest’ultimo. Stando alle prime informazioni il decesso sarebbe avvenuto a causa di un arresto cardiaco.

Ragazzo trovato morto a casa di un amico

Una serata tra televisione, ricordi e chiacchierate che per Matteo Martin, giovane di Romano d’Ezzelino, si è trasformata in un dramma. Intorno alle 9 di venerdì 5 giugno l’amico presso cui si era recato a dormire ha provato a svegliarlo ma il 23enne non dava segni di vita. Così ha lanciato immediatamente l’allarme al Suem di Crespano del Grappa, ma i sanitari giunti subito sul posto non hanno potuto fare nulla: il cuore di Matteo aveva già smesso di battere.

Medici e infermieri non hanno trovato alcun segno sul suo corpo che faccia pensare ad una morte violenta, ma sarà comunque l’autopsia a chiarire le cause del decesso. Una delle piste potrebbe essere quella dell’arresto cardiaco, scartata l’assunzione di droghe o farmaci di cui le forze dell’ordine non hanno trovato traccia nell’abitazione. Lo stesso amico ha infatti confermato che la sera prima “stava bene, avevamo passato una serata tranquilla davanti alla televisione e poi siamo andati a letto“.

Nell’appartamento di Via Molini i Carabinieri hanno effettuato i rilievi per indagare su quanto accaduto e informato il primo cittadino di Borso, Flavio Dall’Agnol. Costui, pur non conoscendo di persona Matteo che infatti non era lì residente si è detto dispiaciuto e addolorato per la scomparsa di un ragazzo così giovane. Dopo aver espresso tutta la sua vicinanza ai familiari, “ora attendiamo fiduciosi gli esiti delle indagini in corso da parte delle forze dell’ordine“.