24 settembre 2021, la notte europea dei ricercatori

·3 minuto per la lettura
Frascati Scienza (Photo: Frascati Scienza)
Frascati Scienza (Photo: Frascati Scienza)

La Notte Europea dei Ricercatori 2021 porta 400 eventi, 2500 ricercatori e ricercatrici in tante città e piccoli centri italiani. Roma, Parma, Cassino come Frascati e altri Castelli Romani (Ariccia, Grottaferrata, Nemi), e poi regioni come Sardegna, Basilicata e Sicilia, sono coinvolti in eventi per avvicinare pubblico di ogni età alla ricerca. Un’occasione unica per i cittadini di incontrare i ricercatori e viceversa, così da fare un’alleanza importante per affrontare insieme le sfide del nuovo millennio, come il cambiamento climatico.

Dallo spazio e dall’osservazione della Terra, insieme all’Agenzia Spaziale Europea e le riflessioni sul Pianeta Rosso del noto divulgatore Adrian Fartade, al microcosmo, ai virus e ai batteri e alle loro relazioni con il corpo umano e con gli ecosistemi, insieme alle Università Roma Tre, Tor Vergata e Università di Parma. I giochi scientifici, gli show, i laboratori, in presenza e anche online, sono organizzati anche dall’Ospedale Bambino Gesù, Spallanzani, Gemelli di Roma, e centri come l’Istituto Superiore di Sanità, il Campus Bio Medico, IFO.

La Notte, organizzata da Frascati Scienza, col patrocinio dell’Unione Europea e della Regione Lazio, ha come tema #LEAF, foglia in inglese, lettere contenute anche in heaL thE plAnet’s Future, le scienze che, insieme ai cittadini, si prendono cura del futuro del Pianeta. I 400 eventi, con più di 30 partner, si svolgono in una settimana di iniziative (fino al 25 settembre). “Una squadra immensa che lavora con entusiasmo, un gruppo fortemente coeso”, spiega Matteo Martini, fisico e presidente di Frascati Scienza.

“La Notte Europea dei Ricercatori – dice il Ministro dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa - è un evento che aiuta tutti, dai piccoli ai grandi, a essere più consapevoli di quanto la ricerca sia nostra compagna nella vita di tutti i giorni. Questo Governo ha voluto finanziare dopo tanto tempo, con il Fondo Italiano per la Scienza, la ricerca guidata dalla curiosità, la ricerca libera in cui le idee possano crescere. È una grande opportunità per tutti, per un futuro sempre più attento al benessere della nostra società”.

Immancabili poi temi come l’economia circolare, vissuta anche come gioco, l’osservazione della terra, delle stelle, dell’universo, la tutela del territorio, della natura, del paesaggio. E le energie rinnovabili, l’idraulica come l’intelligenza artificiale e la realtà virtuale.

“La Notte dei ricercatori è il momento in cui la scuola, l’università, tutte le nostre piazze si incontrano finalmente insieme e insieme rappresentano tutte le potenzialità, le capacità, le passioni, l’intelligenza, di cui è pieno il nostro Paese” dice il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. “Bisogna che i nostri ricercatori incontrino di più le nostre scuole. E bisogna che i nostri ragazzi che ancora fanno le scuole di secondo grado possano vedere come lavorano i loro fratelli più grandi, cosa vuol dire fare ricerca, la bellezza della ricerca, di costruire insieme qualcosa di nuovo”.

Gli eventi, le cui prenotazioni si fanno online sul sito di Frascati Scienza, possono essere scelti per luogo, giorno, destinatari e organizzatori.

Frascati Scienza (Photo: Frascati Scienza)
Frascati Scienza (Photo: Frascati Scienza)

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli