A 25 anni dalla scomparsa in onda ‘Royal Time: Speciali su Diana’

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 27 lug. (askanews) - In occasione dei 25 anni dalla scomparsa di Lady Diana, morta in seguito a un tragico incidente a Parigi il 31 agosto del 1997, arriva su Real Time "Royal Time: Speciali su Diana", una rassegna di titoli dedicati all'iconica principessa in onda da giovedì 28 luglio alle 21.20 e disponibile in streaming su Discovery+.

Gli speciali partiranno con il racconto dell'infanzia della Principessa del Galles, arrivando al legame con il principe Carlo, fino all'analisi degli eventi che hanno portato alla sua terribile morte nell'agosto del 1997.

Un racconto intimo della "principessa del popolo", con interviste speciali e testimonianze dirette, che culmina con l'analisi nel dettaglio del lavoro svolto dagli investigatori francesi e inglesi sulle circostanze che hanno portato alla sua scomparsa.

Si parte giovedì 28 luglio con il primo speciale, in prima visione assoluta, dal titolo "Da Lady D. a Meghan: i segreti dei matrimoni reali", che indaga la vita di Lady D. con un focus particolare sul tragico incidente nel tunnel del Pont dell'Alma a Parigi.

"Harry e William: conflitto reale" andrà invece in onda giovedì 4 agosto; si prosegue giovedì 11 agosto con il titolo "Diana: tutta la verità", mentre "Diana, vittima della celebrità" è il titolo dello speciale in onda giovedì 18 agosto, un'analisi della vita sotto i riflettori di Lady Diana e dei terribili eventi che hanno portato alla sua morte.

La rassegna speciale giovedì 25 agosto prevede "Quando il mondo perse Lady D", mentre il 1 settembre si chiude con un inedito e attesissimo titolo "The Diana Investigations", che parte dalla ricostruzione delle due principali indagini svolte dalla polizia sulla morte di Diana, analizzando il lavoro degli investigatori inglesi e francesi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli