I 25 anni del Ruggito del Coniglio, la gag con Melania-Minaccioni

I 25 anni del Ruggito del Coniglio, la gag con Melania-Minaccioni

Roma, 2 ott. (askanews) – Il Ruggito del Coniglio, lo storico programma del mattino su Rai Radio2 condotto da Antonello Dose e Marco Presta, ha compiuto quasi un quarto di secolo e ha festeggiato con una usuale – dunque esilarante – puntata del programma.

Dose e Presta hanno accolto una riflessiva first Lady americana, Melania Trump, alias Paola Minaccioni, che con il suo accento dell’Est Europa (Melania è di origini slovene), sul possibile impeachment del marito dice: “Io sono molto preoccupata, ieri ho comprato solo una borsa di Hermes, invece di due”. “Io donna forte e paziente, sempre aspetto che me more (Donald Trump, ndr). Ha pressione molto alta, vene di collo grosse come cavi di fibra ottica. Se impeachment va avanti, lui stira zampe e io sono una donna libera”.

E a proposito di Greta Thunberg, Melania-Minaccioni dice: “Differenze di età non contano. Io e Greta abbiamo le stesse aspettative nella vita: che ce more. Donald ha molto paura dello sguardo minaccioso della piccola svedese. Allora io metto parrucca bionda con trecce e mi nascondo dietro le tende della Casa Bianca e quando Donald passa io esco all’improvviso gridando ‘Save the Planet!'”.