25 aprile: Draghi, 'linguaggio odio, razzismo e antisemitismo portano violenza'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 25 apr. (Adnkronos) – "Il linguaggio d'odio, che sfocia spesso nel razzismo e nell'antisemitismo, contiene sempre i germi di potenziali azioni violente. Non va tollerato, è una malapianta, che genera consenso per chi calpesta libertà e diritti, quando fosse un vendicatore di torti subiti. Ma diffonde soprattutto il veleno dell'indifferenza e dell'apatia". Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Mario Draghi, visitando il Museo della Liberazione di via Tasso in occasione della celebrazione del 25 aprile.