I 26 anni di successi di Valentino Rossi nel motomondiale

·1 minuto per la lettura

AGI - Ventisei anni di carriera, 431 gare disputate (di cui 115 vinte), 235 podi (di cui 199 in MotoGp) e 9 titoli mondiali.  

Classe 1979, Valentino Rossi è un vero e proprio mattatore del motomondiale. Finito nella storia sportiva fin da ragazzino, Valentino ha sempre attratto simpatia anche per i suoi modi di fare e i look stravaganti.

Tra i piloti più titolati del motociclismo, in virtù dei nove titoli mondiali conquistati (cinque dei quali vinti consecutivamente tra il 2001 e il 2005), è l'unico pilota nella storia del motomondiale ad aver vinto il titolo in quattro classi differenti: 125, 250, 500 e MotoGp.

A special message on @ValeYellow46's leathers

A big #GrazieVale #ValenciaGP pic.twitter.com/51dKhZ0ZtP

— MotoGP™ (@MotoGP) November 13, 2021

Il primo podio arriva nel 1996 quando Valentino, ancora 17enne, corre con l'Aprilia nella classe 125.

Nel 1997 sullo stesso circuito - quello di Brno in Repubblica Ceca – il Dottore conquista anche il suo primo Mondiale 125.

L'anno successivo fa il suo esordio in 250 a Suzuka e nel '99 vince il suo secondo titolo mondiale.

Circuit Ricardo Tormo,Valencia
Friday,free practice
@FAlex79 @GigiSoldano @GambutiPhoto @Jesus_Robledo pic.twitter.com/tJ0GMbLQVk

— Valentino Rossi (@ValeYellow46) November 12, 2021

È alla fine di questa stagione che Rossi sbarca, in sella alla Honda, nella classe regina, la 500, dove nel 2001 domina la scena con undici vittorie, tredici podi.     

Anche in MotoGp il dominio di Rossi è incontrastato: vince i primi 4 anni, i primi 2 con la Honda, gli ultimi con la Yamaha. 

Il 28 settembre 2008, a Motegi, il Dottore si laurea campione del mondo per l'ottava volta in carriera e nel 2009 conquista il nono titolo. Domani a Valencia la gara numero 432. L'ultima.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli