30mila firme a petizione lanciata da italiana su dizionari sessisti -3-

Dmo

Roma, 18 set. (askanews) - Inoltre la manager si indigna oltre che per i termini anche perché il dizionario è "una fonte affidabile" ed è "ancora più inquientante quando si considera l'influenza" che i dizionari hanno anche nelle norme della lingua inglese. Queste "definizioni misogine sono riprese anche dai motori di ricerca come Google, Bing e Yahoo".

Giovanardi, emiliana di nascita, lavora a Londra dal 2014, e ha dichiarato di aver ricevuto delle minacce dopo aver lanciato la petizione.