31enne morta per Coronavirus: Abruzzo sotto choc

·1 minuto per la lettura
sonia pantoli covid
sonia pantoli covid

Sonia Pantoli non ce l’ha fatta. La trentunenne è morta a causa del Covid-19. Era un’architetto, originaria di Paterno ma residente a Francavilla, in Abruzzo, insieme ai genitori e alla sorella. Tutti avevano contratto il virus. Non potevano immaginare, tuttavia, che ad avere la peggio sarebbe stata la giovane. E’ una delle vittime più giovani della Regione.

La morte di Sonia Pantoli

Sonia Pantoli aveva contratto il Covid-19, insieme alla sua famiglia, a fine febbraio. Le condizioni di salute della ragazza, a differenza di quelle dei genitori (il primo a scoprire di essere positivo era stato il padre) e della sorella, si erano improvvisamente aggravate, tanto da rendere necessario il ricovero presso l’ospedale di Pescara. Lì il suo cuore ha smesso di battere venerdì 26 febbraio. I medici non sono riusciti a salvarla. La provincia di Avezzano e l’intero Abruzzo sono a lutto per la prematura perdita.

VIDEO - Covid, la variante inglese potrebbe essere fino al 70 percento più letale

Il cordoglio del PD

Gina, sorella maggiore di Sonia Pantoli, è una esponente locale del Partito Democratico. In rete dunque è arrivato il messaggio di cordoglio: “La triste notizia della prematura scomparsa di Sonia ci addolora e commuove profondamente. Ci stringiamo con affetto al dolore di Gina e della sua famiglia. A loro giungano le più sentite condoglianze del Partito democratico“, si legge.

VIDEO - Un senzatetto muore in Piazza S. Pietro. "Covid e freddo, mix letale"