350 mila manifestanti sono scesi in strada a Barcellona

In 350 mila sono scesi in strada a Barcellona per manifestare contro le sentenze inflitte dalla Corte Suprema spagnola ai leader indipendentisti. A fornire i dati è stata la polizia della città catalana. Alla manifestazione - indetta dall'Assemblea nazionale catalana, Omnium Cultural e altri enti sociali e culturali - hanno aderito tutti i partiti pro-indipendenza. Tra i partecipanti, anche il presidente della Generalitat, Quim Torra, e il presidente del Parlamento, Roger Torrent.

Il 14 ottobre scorso, l'alta magistratura spagnola ha inflitto pene carcerarie a 9 leader indipendenti catalani che occupavano cariche di governo nell'ottobre del 2017, durante il periodo del referendum sull'autodeterminazione della Catalogna e della dichiarazione di indipendenza, approvata dal Parlamento di Barcellona. Oriol Junqueras, Raul Romeva, Joaquim Forn, Jordi Turull, Josep Rull, Dolors Bassa, Carme Forcadell, Jordi Sanchez e Jordi Cuixart sono stati condannati a pene da 9 a 13 anni di carcere. La sentenza ha suscitato una durissima reazione in Catalogna, che da allora e' stata scossa da manifestazioni, violenze e scontri.