In 4 mila sono intrappolati su una spiaggia in Australia a causa dei roghi

Cecilia Scaldaferri

Altre due persone sono morte e quattromila sono intrappolate sulla spiaggia di Mallacoota, nella regione orientale di East Gippsland nello Stato di Victoria, per l'avanzare degli incendi che da settimane stanno mettendo in ginocchio l'Australia. Testimoni parlano di "scene terrificanti" con gente accampata sull'arenile, sui pontili e sulle barche sotto un cielo rosso sangue ingolfato di cenere.

Il premier dello Stato, Daniel Andrews, ha annunciato che navi della Marina potrebbero essere impiegate per fornire cibo, acqua ed energia alle città tagliate fuori dai roghi mentre la strada principale della regione è stata chiusa. Alcune delle comunità isolate sono raggiungibili dal mare, ha aggiunto.

Nei giorni scorsi, le autorità avevano ordinato l'evacuazione di decine di migliaia di persone dalla zona avvertendo della pericolosità della situazione che andava peggiorando. Sono in tutto 12 i morti finora per gli incendi che hanno colpito il New South Wales.