4 novembre: Mattarella, 'Redipuglia monito permanente della follia della guerra'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 3 nov. (Adnkronos) – Questa mattina ho sostato al sacrario di Redipuglia, monito permanente della follia della guerra. Il 4 novembre celebriamo, appunto, la vittoria italiana nella Prima Guerra mondiale, con il completamento del percorso di unificazione risorgimentale. L’Italia fu la prima nazione a istituire una giornata per commemorare la fine della Grande Guerra, significativo pur se implicito invito a una riflessione sul conflitto. Con il pensiero alle intere generazioni di giovani e di meno giovani che uscirono devastate se non addirittura annientate dalla guerra". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nella cerimonia al Quirinale di consegna delle insegne dell'Ordine militare d'Italia, conferite nel 2021, in occasione del Giorno dell'Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate.

"Esemplari gesta eroiche -ha ricordato il Capo dello Stato- sono state tramandate per ispirare nei più giovani i valori di coraggio, resilienza e patriottismo. I nomi di quei protagonisti sono giustamente iscritti su targhe e monumenti".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli