4 novembre, Rampelli: dono uomini in divisa ci trovi degni

Pol/Vlm

Roma, 4 nov. (askanews) - "Grazie a tutti gli uomini in divisa di tutti i tempi, a coloro che combatterono a Caporetto o sul Piave, a El Alamein o nelle steppe sovietiche, a quelli che si sono guadagnati l'Italia unita sulle barricate, negli scontri epocali delle Guerre d'Indipendenza. C'è un pezzo d'Italia che vi ignora o, peggio, vi detesta, fino a falsare la narrazione rinnegando il vostro sacrificio e odiando ogni persona in divisa". E' quanto scrive sulla sua bacheca Facebook il vicepresidente della Camera, Fabio Rampelli, di Fratelli d'Italia.

"Ma c'è un'altra Italia fiera che non fa passare un giorno senza emozionarsi per voi, che vi venera e vi abbraccia ovunque siate, che immagina la tensione in una missione militare, la confusione nelle antiche trincee, i tiri di schioppo, i carri senza benzina, i piedi congelati immersi nella neve o quelli bruciati dalla sabbia dei deserti africani, la nostalgia struggente per i vostri affetti lontani. Eroi per sempre, riproduttori di amore incancellabile e custodi immateriali della nostra libertà. Che il vostro dono ci trovi degni, oggi, festa delle forze armate e dell'unità d'Italia. E sempre", conclude.